I diari degli Angeli- John Peter Slohan

Titolo: I diari degli Angeli
Autore: John Peter Slohan
Data di pubbl.: 2014
Casa Editrice: Feltrinelli editore
Genere: humor
Pagine: 190
Prezzo: 15.00 €

Caro diario. Quell’austrico è uscito di testa, non ho un secondo di tregua! Qualcuno gli ha detto che i suoi quadri fanno schifo, così lui ha messo insieme un esercito pazzesco e sta facendo una strage:ci sta mandando anime a una velocità pazzesca incredibile. Non riusciamo a stargli dietro. [..] Ovviamente io mi lamento ma Lucy è al settimo cielo. Lui o adora quel tipo, l’austriaco coi baffetti (dal diario di Gahan 19 settembre 1940 pag44)

Alcuni lo chiamano “L’Angelo della Morte”. Altri “Il Triste Mietitore”. Il suo nome? Gahan. Un impersonificazione dell’Oscura Signora assai maldestra. Dopo la tragica cacciata dal paradiso l’angelo della Morte è costretto a lavorare per Lucifero (“Lucy”) passando le ere a lamentarsi per il troppo lavoro e le mancate ferie. Ma quando il diario segreto di Gahan finisce inavvertitamente tra le mani di Lucifero, al povero Gahan non resta che fuggire cercando Asilo sulla terra.

Dissacrante, ironico, fenomenale. Un libro leggero con una storia dal sapore agrodolce. Ecco come si potrebbe riassumere il primo romanzo di Johan Peter Slohan, apprezzatissimo autore di corsi di Inglese per italiani. Una rilettura originalissima quanto simpatica dell’Angelo della Morte, che in alcuni punti arriva a ispirare tenerezza, e una splendida descrizione di Dio, degli Angeli e della creazione. Il diario degli Angeli è un libro adatto a tutti, che di sicuro farà un grande successo. Se siete curiosi, se siete alla ricerca di qualche genuina risata, se volete concludere in bellezza una giornata difficile allora questo è il libro che fa per voi. Da non perdere.

0

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?