È così che si fa – Giulia Rossi

Titolo: È così che si fa
Autore: Giulia Rossi
Casa Editrice: Casa Editrice Nord
Genere: Romanzo
Pagine: 329
Prezzo: 16,90

È così che si fa.

Giulia Rossi è una scrittrice italiana esordiente, che ha avuto l’impavida visione di utilizzare proprio l’incipit di questa recensione come titolo del suo primo romanzo.

“è così che si fa” – pubblicato da Editrice Nord, è a tutti gli effetti un titolo che sembra una profezia.

Abile nella scrittura, scorrevole e facile all’interpretazione, racconta la storia di un professore di liceo coinvolto in un affair amoroso tutt’altro che semplice da sbrogliare.

La vita di Federico sembra essere, per l’autrice, un escamotage per affrontare temi tanto attuali quanto seri e trasversali.

Il protagonista e sua moglie, perdono il figlio poco prima del termine della gravidanza, arrivata come dono tanto (e da tanto) desiderato. Lei, deve mostrarsi sempre presente al lavoro, e in quanto donna carrierista non può assolutamente mostrare segni di cedimento, pena il licenziamento. Una vita sregolata, tanta palestra e poco dialogo con Federico, oltre ad una dieta praticamente assente, la portano sull’orlo della crisi psico-fisica. Finché riconnette un paio di indizi e…

Lui, si innamora di un’alunna adolescente. O almeno, crede sia amore. E cade in uno dei “tranelli” più surreali ma del tutto fattibili, che la vita quotidiana di un professore di storia in una quinta liceo possa incontrare. Matilde è bella, solare, attenta e così spensierata, che il prof. non resiste alla sua proposta di un caffè al bar dopo la scuola. È proprio lì, che Vittoria corre in ospedale pronta al parto.

E poi c’è Giovanna, migliore amica e collega di Federico, che lo aiuta a ritrovare se stesso. C’è il padre del protagonista, che dopo anni di guadagni e successi basati sul lavoro giornaliero nel calzaturificio storico che lui stesso ha creato, arriva ad una situazione di crisi tale per cui anche Federico e Vittoria, devono lasciare la casa di sua proprietà in cui vivono.

E poi un giorno, nei corridoi della scuola di Matilde, viene trovata una lettera: qualcuno si vuole suicidare.

Si parla di adolescenza, di accanimento mediatico, di gravidanze che non arrivano e situazioni economiche che portano a compiere gesti estremi. Ma si parla anche di padri, di madri, di amici, di tradimenti e fiducia; di disturbi alimentari e della posizione di una donna che vuole crescere in un’azienda di successo.

Giulia Rossi racconta tutto ciò che è scritto in questo libro con una verosimiglianza tale, che pensare che non accada anche al proprio vicino di casa, è difficile.

 

 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?