Death metal – Tito Faraci

Titolo: Death metal
Autore: Faraci Tito
Casa Editrice: Piemme editore
Genere: horror
Pagine: 290
Prezzo: 15.50 €

Ancora una volta, dovrà sbrigarsela da solo. E dovrà farlo in fretta. “Lascialo!” urla “Lascialo subito!” “Va bene” dice il mostro, tranquillo. E smette di sbattere la testa di Matteo. Lo alza, sempre stringendolo per il collo, e lo scuote verso Lorenzo. Sembra fiero. Matteo ha gli occhi sbarrati, il naso ridotto a un grumo sanguinante, la mascella rilasciata. Le braccia a penzoloni come un pupazzo di pezza. “Va bene” ripete il bambino gigante “Tanto è già morto” (Lorenzo e Sergione, pagg.61-62).

Questo non è un concerto come tanti, per gli Snake God Hunter, gruppo death metal di origine pugliese. Sono stati chiamati a suonare in un importante concerto dove si esibiranno, tra l’altro, i Tiamat, celebre gruppo svedese ammirato da tutti i membri degli Snake God Hunter, manager compresa. Ma il giovane gruppo non riuscirà mai ad arrivare a destinazione. A causa di un’ uscita autostradale sbagliata i quattro musicisti e la loro manager finiranno in uno sperduto paesino dell’ Oltrepo dove, ad attenderli, vi sarà un vero e proprio incubo.

A due anni di distanza dall’uscita dello splendido romanzo Oltre la soglia, Tito Farci si ripresenta al pubblico con un nuovo allucinante, quanto emozionante, horror. Death metal è pura adrenalina. Un ritmo serrato ipnotizzerà inevitabilmente qualunque lettore oserà avventurarsi con gli Snake God Hunter in questo viaggio infernale. Un thriller mozzafiato, un capolavoro in grado di fare impallidire perfino Stephen King.

 

1

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login