C’era una volta… La favola della buona notte ora è un’App

Mother and son with pad in bed at nightLa favola della buonanotte continua ad essere una costante nei secoli: una sera su tre sono i bambini a chiederla ai genitori. Una consuetudine che  fa bene alle famiglie e alla stessa crescita del bambino che sera dopo sera impara ad amare la lettura. Sicuramente fa anche bene alle case editrici che adeguano le loro proposte ad un target che vede i più piccoli come protagonisti. Nonostante il cartaceo faccia ancora da padrone in questo settore, sono in continua crescita le app dedicate all’infanzia.
Da un’indagine della Nielsen risulta che il 79%  delle mamme e il 59% dei papà hanno appuntamento fisso con il cartaceo, tuttavia, <<stando ai dati Audiweb – dice Giovanni Peresson, responsabile dell’Ufficio studi Associazione Italiana Editori (Aie) -, nel novembre 2012 i tablet nelle famiglie con bambini tra 5 e 13 anni erano solo il 5%, mentre nel giugno 2014 sono passati al 30%. Questo apre uno scenario in prospettiva nuovo e da conquistare per le app editoriali che non siano semplicemente dei giochi o delle proposte didattiche>>.
Ciò che veramente conta è che i bambini leggano ad alta voce. Una raccomandazione che arriva anche dall’ American academy of Pediatrics (Aap) : <<È noto che la lettura ad alta voce sin dalla nascita migliori le abilità cognitive e favorisca lo sviluppo del linguaggio – sottolinea Giovanni Corsello, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip) – e lo statement dell’accademia dei pediatri statunitense ribadisce queste acquisizioni scientifiche ormai consolidate e nasce dalla considerazione che i bambini cominciano a usare fin da piccolissimi smartphone e tablet a discapito della lettura>>. Deriva che può essere evitata usando la tecnologia come un supporto e non come un sostituto. Riassume bene il concetto Donald Shifrin, dell’Aap: <<La cosa peggiore che può succedere oggi è negare ai bambini l’accesso al mondo digitale ma la seconda cosa, più pericolosa ancora, è quella di dargli un accesso illimitato>>.
0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?