Libri in Testa..dal parrucchiere!

Nel settore editoriale le vendite sono in calo, questo è il triste dato di fatto con cui gli amanti dei libri devono convivere. La gente legge poco, anche se grazie all’avvento dell’ebook un po’ si sta recuperando complici sicuramente i prezzi nettamente inferiori rispetto a un libro cartaceo. L’uomo è fatto così, se una cosa costa meno è molto più invogliato all’acquisto.

Tutto questo non basta però, bisogna sensibilizzare sempre di più le persone alla lettura anche in luoghi e in momenti in cui non si aspetterebbero mai di trovare dei libri. Così nasce Libri in Testa, idea di Mariangela Mincione che porta i libri nei saloni delle parrucchiere, spodestando i giornali di gossip.

L’idea nasce dal presupposto che l’italiano legge poco perché frequenta poco i luoghi di cultura, in primis le librerie e le biblioteche. Se il lettore non va al libro sarà il libro ad andare dal lettore, trasferendosi in un luogo dove le persone spendono un tempo che va dalla mezz’ora alle tre ore e dove non possono fare altro che parlare o leggere.

L’iniziativa è nata a fine del 2013 e inaugurata in occasione dell’edizione della fiera della piccola e media editoria “Più libri più liberi”, da alcune case editrici e parrucchieri di Roma. Il successo dell’iniziativa la sta portando in altre città italiane per cui non spaventatevi se entrando dalla vostra hair stilyst di fiducia al posto del Grande Fratello e Gabriel Garko troverete invece Vitali e Omero. 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?