La leggenda del cacciatore di vampiri: il diario segreto del presidente – Seth Grahame-Smith

Titolo: La leggenda del cacciatore di vampiri: il diario segreto del presidente
Autore: Grahame-Smith Seth
Genere: Horror & Gotico
Traduttore: Francesco Graziosi
Pagine: 408

L’autore Seth Grahame-Smith dopo il suo esordio con la rivisitazione in chiave horror del famoso romanzo di Jane Austen Orgoglio e Pregiudizio ci parla questa volta di vampiri e del loro rapporto con il presidente Lincoln. L’autore nelle prime pagine finge di entrare in possesso del diario del presidente e rimane subito colpito dalla parola vampiro.

Il libro ripercorre, mischiando verità e fantasia, la vita di Lincoln da quando era bambino fino alla sua tragica morte. Il protagonista nasce da una famiglia povera di piccoli proprietari terrieri, senza possibilità di istruirsi, ma avido di conoscenza e desideroso di scoprire il mondo attorno a sè. Svolta importante per il giovane Abraham sarà la morte della madre a cui era molto legato. Scoprirà l’esistenza dei vampiri e nascerà il desiderio di vendetta contro  di loro; imparerà a cacciare procurandosi le armi per eliminare questi esseri diabolici. Nel corso della lotta perderà molte persone a lui care e all’inizio rischierà lui stesso di morire, ma stranamente verrà salvato da Henry un vampiro rinnegato che lo curerà e l’allenerà per iniziare la sua crociata contro i discendenti di Dracula. L’incontro con il vampiro buono Henry servirà sia per capire la storia dei vampiri sul suolo americano che per avere una serie di obbiettivi da raggiungere.

L’idea centrale che soggiace al libro è quella che i vampiri si siano alleati con gli schiavisti degli stati del sud per avere persone inermi da soggiogare e come questo sia un punto di partenza  per dominare la nazione americana. Il lettore scoprirà inoltre come ci sia una netta divisione fra il popolo dei vampiri: una parte cerca di convivere con gli uomini cibandosi solamente dei criminali umani ed un’altra parte desidera sottomettere il’ntero genere umano. La vita di Lincoln segue due binari. Di giorno, crescendo come uomo, lo vediamo nella sua vita lavorativa prima  nella veste di commesso e poi in quella di avvocato, scoprendo man mano  la sua abilità oratoria come politico; mentre di notte  eccolo cacciare i vampiri che gli vengono di volta in volta proposti dal suo mentore Henry.

Nella parte finale del romanzo la crociata contro i vampiri ed i loro alleati schiavisti vede  Lincoln in un ruolo più marginale; quel che spiccherà sarà il politico e presidente di una nazione ormai divisa al suo interno.   Lo scrittore trasforma la guerra civile americana in uno scontro per la salvezza del genere umano contro la tirannia delle creature della notte.

La bellezza di questo libro è l’interpolazione fra fatti storici ed elementi fantastici, il giusto mix fra parole in prima persona del presidente Lincoln e il commento ai fatti stessi. La realtà storica dell’Ottocento americana è ben delineata con precisione senza risultare noiosa, molto interessanti sono anche le immagini che accompagnano i capitoli.

Lo stile  è fluido ed accattivante e mostra le varie sfumature caratteriali del protagonista e delle persone che gli gravitano attorno. Si passa gradualmente dal tono calmo della descrizione dei personaggi e della realtà sociale a quello più concitato delle lotte notturne del giovane Abraham. La lettura scorre veloce e le scene sono talmente vive  che si capisce come il libro possa essere diventato un film interessante prodotto dal famoso regista Tim Burton.

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login