Giorni di spasimato amore – Romana Petri

Titolo: Giorni di spasimato amore
Autore: Petri Romana
Data di pubbl.: 2014
Casa Editrice: Longanesi
Genere: Narrativa
Pagine: 205
Prezzo: 14,90 €

A volte gli amori più forti sono quelli che non sono mai fioriti del tutto. Quelli che, sbocciati timidamente, riempiono man mano l’animo facendo presagire una passione completa e appagante che poi la vita, purtroppo, non permette di realizzare. Sono gli amori alimentati dal ricordo, dalla nostalgia, che vivendo solo nel cuore non temono il passare del tempo, amori perfetti la cui fiamma non si è mai usurata.

E’ proprio questo l’amore folle che lega Antonio alla sua Lucia, conosciuta nella Napoli messa a ferro e fuoco da tedeschi e partigiani: una passione forte e determinata che lega due adolescenti, decisi a sposarsi e passare la vita insieme dopo la fine della guerra. La loro unione sembra destinata a durare per sempre, ma il fato ha in serbo una terribile sorpresa e Lucia viene uccisa in uno scontro a fuoco nel quale si è trovata casualmente.
Folle d’amore e sotto shock, Antonio non vuole credere alla morte della sua amata e continua ad amarla e ad aspettare il suo ritorno, forte dell’amore che porta dentro di sé, “perché sono nell’anima si trovano insieme, quasi a braccetto, vita e morte” (p. 75). Un amore tragico, intenso e pieno, quello che prova Antonio, che rifiuta di credere a ciò che la madre, i vicini e i dottori dicono di Lucia.
Per gli abitanti del quartiere, Antonio è pazzo. E certo pazzo lo è di sicuro, ma pazzo d’amore nei confronti della sua Lucia. Che, nonostante le scelte di vita che si troverà a subire, più che vivere, continuerà ad aspettare senza arrendersi alla realtà. “Lucia poteva pure essere stata uccisa da quella pallottola vagante che alla fine aveva trovato proprio lei, ma che ci poteva fare lui, se anche a vedersela morire tra le braccia non l’aveva mai sentita morta per davvero?” (p.76).

Una storia commovente ed intensa, pagine piene di un amore che non teme l’usura del tempo ma che è alimentato dal ricordo. Un amore mai consumato, eppure di una fedeltà assoluta. Antonio, cavaliere d’altri tempi, poeta che contempla il mare, è disposto a perdere il senno per inseguire il suo sogno d’amore, per trovare quella felicità che a volte nasce dal compromesso tra ciò che è sogno e ciò che è realtà. Intensa la storia, raffinato, elegante ed efficace lo stile con il quale Romana Petri ce la racconta. Follia amorosa che incanta il lettore e che ci dimostra, ancora una volta, quanto il nostro mondo interiore possa essere più reale del mondo stesso.

0

Acquista subito

Chiara Barra

Se dovessi partire per un’isola deserta, e potessi portare con me soltanto un libro...sarebbe un’ardua impresa! Come immaginare la vita senza il mistero di Agatha Christie, la complessità di Milan Kundera, la passione di Irène Nemirovsky, l’amarezza di Gianrico Carofiglio, il calore di Gabriel Garcia Marquez, la leggerezza di Sophie Kinsella (eh sì, leggo proprio di tutto, io!). Ho iniziato con “Mi racconti una storia?” e così ho conosciuto le fiabe, sono cresciuta con i romanzi per ragazzi che mi tenevano compagnia, mi sono perdutamente innamorata dei classici...che ho tradito per i contemporanei (ma il primo amore non si scorda mai)!

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?