A tu per tu con… Carsten Stroud

Carsten Stroud è un narratore che non ha bisogno di presentazioni. I suoi libri sono stati pubblicati in tutto il mondo e le sue storie sono entrate a far parte dell’immaginario americano contemporaneo.
La sua fortuna non stupisce se si osservano i nervi che caratterizzano i suoi libri, le radici che affondano in immaginari tanto antichi quanti affascinanti e i risvolti concreti che hanno nel mondo contemporaneo e nella vita di tutti. In occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Niceville”, recensito ieri su questo giornale, l’abbiamo raggiunto e gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Uno degli aspetti più interessanti di Niceville è la larga presenza, e il ruolo fondamentale che hanno nella storia, delle leggende indiane. Quanto a fondo si avverte la loro influenza nell’immaginario e nella letteratura dell’America contemporanea?

La profondità e l’importanza delle leggende e dei miti indiani nella cultura americana potrebbe essere paragonabile a quella che ha nella cultura italiana il lavoro di Dante. La tragedia, la gloria, il potere della narrazione influiscono nell’immaginario collettivo costruendo un bagaglio culturale che necessariamente fa parte dell’identità di tutti gli americani, anche se non sempre a livello coscio. I Cheyenne, i Cherokee, i Seminole, così come la guerra fra francesi e inglesi nella regione dei grandi laghi, fanno parte di quello che potremmo definire “il mito americano della creazione”. Si tratta di fatti, storie e personaggi che appartengono ad un tempo appunto mitico, antecedente all’insediamento dell’America come la si intende oggi, e che in qualche modo le ha dato i natali.

Buona parte dei personaggi di Niceville fa parte del mondo delle istituzioni. Troviamo infatti poliziotti, giudici, avvocati. Si tratta di un impianto più comune nei gialli rispetto ai libri di genere horror o fantasy, come mai ha fatto questa scelta?

Immagino che dipenda da esperienze personali. Ho frequentato spesso, nella vita, ambienti popolati da poliziotti e rappresentanti dell’ordine, giudici o avvocati che fossero. Un po’ di queste esperienze è entrato anche in Niceville. I concetti di moralità e onore sono centrali nel libro, e si sviluppano nella storyline soprannaturale così come in quella contemporanea-realistica, sfociando spesso nella vendetta. Ci troviamo a fare i conti con poliziotti corrotti, segreti cittadini che spesso hanno a che fare con la sessualità, giustizie sommarie e rendite di conti.

Ci dica qualcosa a riguardo. 

È divertente che mi faccia questa domanda, perché si potrebbe dire che i concetti di onore e vendetta siano stati inventati dagli italiani. Nella mia vita ho cercato di vivere nella maniera più onorabile possibile, e ogni tanto mi è capitato di cercare una vendetta quando mi sembrava ce ne fosse bisogno (e fosse possibile). Sono profondamente convito che queste qualità (l’onore, la vendetta e il coraggio di perseguire l’una per preservare l’altra) siano la spina dorsale della giustizia, quello che le permette di esistere.

Alla fine del libro il lettore ha l’impressione che l’orrore vero sia quello che gli uomini si fanno l’un l’altro, nelle questioni personali così come nelle guerre e nella politica. Pensava a questo quando ha scritto il libro?

Credo che la forza dei libri thriller, horror o più in generale anche nei gialli, risieda nell’elemento morale che, in questo tipo di narrazioni, è palpabile.
Il male esiste, è reale e deve essere combattuto. In qualche modo dobbiamo resistergli, anche se spesso i nostri tentativi non hanno successo: questo scatena una sorta di eroismo disperato.  Ma esistono anche le persone buone, e questo in qualche modo crea un equilibrio tra il bene e il male. 
Una narrazione di questo tipo è significativamente più soddisfacente rispetto alle storie più tipicamente “letterarie”, dove la vita appare come un qualcosa privo di significato, una sofferenza che finisce per fa apparire qualsiasi sentimento, dall’orrore all’amore, dal coraggio alla gentilezza, come una mera illusione.

Leggi anche la nostra recensione di “Niceville” di Carsten Stroud

 Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

0

Ti potrebbero interessare...

Login