La voce dei poeti: una biblioteca parlante

Pontassieve – L’Archivio della Voce dei Poeti raccoglie e custodisce cinquecento audio con le voci di 350 scrittori che leggono i loro versi o i loro brani. Da Oscar Wilde a Pasolini,  da Marinetti a Neruda e poi Ungaretti, Montale e tanti altri. L’archivio delle voci ha sede presso l’Associazione culturale Multimedia91, a Pontassieve; la cui  presidentessa è Alessandra Bosetti Venier, artista e curatrice di eventi di arte contemporanea che da tempo raccoglie voci «lineari» e «multimediali» (poesia sonora, verbovisiva, performativa, videopoesia, polipoesia, ecc) di autori italiani del ‘900. L’Archivio intende raccogliere, conservare e valorizzare a fini storiografici la memoria del molto materiale raro e prezioso che deve essere fatto affiorare e conoscere, conservato in Archivi pubblici e privati, in collezioni e fondi. L’Archivio intende essere anche luogo attivo e propositivo in cui la memoria alimenti la ricerca e al tempo stesso si colleghi alle esperienze dell’oggi. Per questo promuoverà ogni anno due manifestazioni: Archivio della Voce dei Poeti in azione e la Rassegna internazionale VOC / AZIONI oltre a una serie di iniziative ed eventi che saranno in parte dedicati all’informazione, la comunicazione e la trasmissione della memoria poetica, con tutte le specificità e i registri del caso. Curerà inoltre la presentazione e il confronto delle esperienze di poesia più giovani e sperimentali, con aperture verso il suono, la scrittura e il video, in linea con la teoria della polipoesia.

Fonti: repubblica e multimedia91

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?