Il BookMob per salvare la cultura

bookmobI napoletani non ci stanno e si oppongo al bliz della polizia che il 4 luglio ha eliminato le bancarelle che caratterizzavano la celebre via dei libri aggiungendo anche salate multe ai negozianti, questo è ciò che viene definito un “libricidio”.

Non si può stare semplicemente a guardare, bisogna reagire. Così Le associazioni letterarie Librincircolo e La bottega delle parole, già fautrici di “Ricomincio dai libri” – la Prima fiera del libro hanno deciso di ripopolare le vie di Napoli con la stessa cultura che gli è stata brutalmente tolta. Nasce da qui “Porta un libro a Port’Alba” un BookMob volto a risanare un vuoto che non si sarebbe mai dovuto creare.

Questo bookmob sarà caratterizzato da un libero scambio di libri tra tutti coloro che vorranno prendervi parte. Importante ricordare che tutti i testi dovranno essere ricoperti da un foglio di giornale, in modo da rendere del tutto fortuite le letture che ci si aggiudicherà. L’appuntamento è per oggi, 14 Luglio alle ore  19:00.

Mai come in questa occasione i libri vanno oltre al loro valore economico, diventano il simbolo di una pacifica lotta che il popolo napoletano ha deciso di intraprendere contro la sua severa burocrazia.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?