Donato Carrisi si aggiudica il Premio Scerbanenco 2013

Il Premio Letterario Giorgio Scerbanenco – La Stampa è un premio letterario dedicato al genere giallo, intitolato a Giorgio Scerbanenco, maestro della narrativa di genere italiana e considerato tra i padri del giallo in Italia.

Il premio viene consegnato nei primi giorni di dicembre di ogni anno in occasione del  Noir in Festival di Courmayeur all’autore del miglior romanzo giallo o noir italiano pubblicato nel corso dell’anno precedente. Il premio rappresenta il riconoscimento di maggior importanza in Italia nell’ambito del genere.

Il 12 settembre si è svolta la cerimonia di consegna per l’edizione 2013 durante la quale la giuria, composta da Cecilia Scerbanenco (Presidente),Valerio Calzolaio, Luca Crovi, Loredana Lipperini, Cesare Martinetti, Sergio Pent, Sebastiano Triulzi, John Vignola e Lia Volpatti,ha reso noto il nome del vincitore.

La scelta della giuria è caduta su Donato Carrisi per il suo romanzo L’ipotesi del male (Longanesi).

“Il Premio va a un romanzo in cui la meticolosa costruzione narrativa e le suggestioni del thriller e dell’horror danno vita a un noir irrequieto e fulminante”, questa la motivazione addotta dalla giuria.

Donato Carrisi è stato scelto tra una rosa di cinque finalisti, nella quale figuravano Simone Sarasso con Il paese che amo (Marsilio), Claudio Paglieri con L’enigma di Leonardo (Piemme), Massimo Gardella con Chi muore prima (Guanda) e Marco Malvaldi con Milioni di milioni (Sellerio).

È stata inoltre assegnata una Menzione Speciale a Simone Sarasso per il romanzo Il paese che amo (Marsilio Editore), con la seguente motivazione: “La menzione speciale va all’ultimo capitolo di una trilogia noir in cui si mescolano efficacemente la storia sociale politica e musicale in nero del recente passato del nostro paese”.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?