Amore manifesto – Ennio Cavalli

Titolo: Amore manifesto
Autore: Ennio Cavalli
Data di pubbl.: 2022
Casa Editrice: La nave di Teseo
Genere: Poesia
Pagine: 216
Prezzo: € 20,00

«Un poeta può sporcarsi le mani in due modi. O con la poesia civile o con la poesia d’amore». Con questa premessa Ennio Cavalli ci presenta Amore manifesto, il suo nuovo libro di poesie in cui l’amore è allo stesso tempo un sentimento e un nodo problematico con cui misurarsi ogni giorno nelle stanze della vita quotidiana.

Non è facile scrivere poesie d’amore se non ci si sporca le mani con la vita.

Cavalli scrive il suo canzoniere e con una lingua diretta e immanente ruba le parole al quotidiano. Tra canto e disincanto ci conduce nel mondo dell’amore e dei suoi gesti, declinandolo con tutta la sua carne.

C’è molta passione nei personali frammenti di un discorso amoroso in versi di Ennio Cavalli che nella sua poesia manifesta l’amore che sente e che ha vissuto, che vive ogni giorno facendoci percepire tutta la sua concreta fisicità.

«Le migliori poesie d’amore / hanno il pelo sullo stomaco»; «L’amore bussa due volte, al corpo e al cuore. / L’amore tra due corpi è un libro bianco, / il segnalibro di un lenzuolo».

Amore manifesto è un elogio dell’amore e il suo autore ci invita a sentirlo addosso con i piedi per terra.

Nelle poesie di Ennio Cavalli ognuno di noi ritroverà l’amore di cui abbiamo bisogno. Questo amore che non può essere pensato e concepito senza il quotidiano della nostra vita.

Un amore sporco di esistenza, un gesto che per diventare dono non può essere pensato senza l’esperienza.

«Nella vita di tutti i giorni – scrive Ennio Cavalli – sarà capitato che, tra canto e disincanto, prevalesse il disincanto. Il trovatore di turno avrà affrontato la questione con finta indolenza, come l’ineffabile Bukowski di Scrivo poesie solo per portami a letto le ragazze».

Nella poesia d’amore di Ennio Cavalli, rivolta a figure femminili senza nome ma densa di presenze reali, non c’è niente di sublime. L’amore che troveremo in questi versi fa rima con tutto, anche con il verso libero. Ma prima di tutto fa rima con la realtà, anzi è una lezione immanente di realtà.

«Dopate della propria innocenza, / le migliori poesie d’amore / vanno messe sui social / solo dopo l’analisi del sangue / e dei traumi infantili/ degli incessanti trovatori».

Amore manifesto è soprattutto un manifesto d’amore. Ennio Cavalli non rinuncia con ironia a mostrarci con uno sguardo filosofico il volto reale del sentimento amoroso.

Prende in prestito dalla realtà le parole di carne per circumnavigare il mondo dell’amore.

Il discorso amoroso è oggi d’un’estrema solitudine, scrive Roland Barthes. Perché il discorso dell’amore è un discorso impossibile, trascurato dalle ideologie, disprezzato, ignorato, deriso e che bisogna avere il coraggio di sostenere.

Ennio Cavalli con Amore manifesto e segue le orme di Barthes e coraggiosamente sostiene il discorso amoroso con la sua poesia d’amore a tutto campo, corpo a corpo, a tu per tu.

Che cos resta oggi dell’amore ai tempi del colera? Solo la poesia può dircelo.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi