Tutto è come sembra – Giovanni Benzi

Titolo: Tutto è come sembra
Autore: Giovanni Benzi
Data di pubbl.: 2016
Casa Editrice: Maddali e Bruni
Genere: Narrativa
Prezzo: 12 €

Il romanzo di Benzi sa prendere e incuriosire. Le pagine si lasciano sfogliare. La storia c’è e i personaggi sono caratteristici, rievocano in noi quell’era pretecnologica in cui i rapporti si costruivano giorno dopo giorno.

Benzi ci racconta di Banti, un ragazzino di terza media per cui tutto è nuovo. È docile, ama studiare, è povero, ma per guadagnare qualcosa copia i suoi compiti e li vende ai compagni di classe svogliati.

C’è in lui la voglia di scoprire il mondo, anzi, di fotografarlo. Il suo obiettivo infatti è quello di racimolare i soldi necessari per comprare una Polaroid. Alla fine ci riesce e proprio attraverso questo strumento perde la sua innocenza.

Banti è un adolescente. È quindi un essere ambiguo in cui si muovono e si scontrano idee e ormoni. Non avendo una direzione precisa, ma muovendosi a ramengo nel mondo, cerca una solidità interiore che non si può avere a quella età.

Il dramma che vive il protagonista consuma tutti gli adolescenti. La scuola, la classe e la sua composizione sociologica sono elementi di un universo che tutti noi abbiamo attraversato. Ci possiamo facilmente immedesimare in Banti senza cadere in nostalgici ricordi, ma ritornando ad assaporare quei momenti in cui il nostro carattere si è formato.

Non è un caso che il romanzo sia scritto in prima persona. È il Banti ormai adulto che racconta la sua esperienza, ma l’ascoltatore cui si rivolge è lì, al suo fianco. Forse è un adolescente che sta vivendo lo stesso dramma, forse è un ragazzo disilluso dalla vita, forse è un giovane che sta facendo i conti con se stesso, forse siamo noi che non vogliamo ricordare il momento in cui l’innocenza ci ha abbandonato.

Ma cos’è l’innocenza? Un bambino o un adolescente hanno meno colpe di un adulto? Alla fine non è tutta colpa di una concatenazione di eventi che innescano dubbi, scelte, abbandoni, diffidenze e timorosi silenzi?

Anche se l’autore non ne parla apertamente, questo è un romanzo sull’innocenza. A volte ci sembra impossibile pronunciare questa parola, quasi ce ne vergogniamo, eppure ci fa riflettere. Sappiamo che non possiamo discolparci fino in fondo. In un modo o nell’altro siamo responsabili per qualcosa, ma speriamo sempre di giungere alla redenzione totale.

Per Banti questo momento di riflessione arriva in età adulta. Non ha commesso nulla di spiacevole ma a un certo punto della sua esistenza sente l’esigenza di risalire all’origine, laddove la vita l’ha trasformato. Infatti, non ci si può redimere se non si ritorna dove tutto ha avuto inizio.

Benzi scrive tutto questo in modo “leggero”. Ci dona un romanzo breve che può essere letto dagli adolescenti e dagli adulti.

1
Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?