Troppa importanza all’amore – Valeria Parrella

Titolo: Troppa importanza all'amore
Autore: Valeria Parrella
Data di pubbl.: 2015
Casa Editrice: Einaudi
Genere: letteratura contemporanea
Pagine: 112
Prezzo: 14,00 €

L’amore, si sa, ha molte facce, mille sfumature…che sia il rapporto di coppia, la passione per uno sconosciuto, il legame tra genitori e figli, o il senso di comunione e vicinanza tra esseri umani, l’unica certezza è che questo sentimento è il motore della nostra vita. Valeria Parrella, scrittrice napoletana, in questa breve ma intensa raccolta di racconti riesce ad immergersi nella profondità di questo sentimento e riesce a trasmettere tutto il pathos che ruota intorno all’amore, che sia passione, vitalità, o dolore e tormento.

Quando scrivo racconti sono sempre felice: mi sento in un territorio mio. Credo che siano la misura giusta per i nostri giorni, il tempo tronco, caduco, veloce, rubato: leggere, e poi continuare la giornata scrive l’autrice nel risvolto di copertina. E, infatti, quelle che troviamo sono storie essenziali, dove la scelta delle parole è riuscitissima, in una perfetta armonia tra narrazione e sentimenti evocati: in ogni storia ci viene presentato uno squarcio di vita, veniamo messi a conoscenza di un segreto, di un dolore, di un desiderio del personaggio, e in quelle poche ma intense pagine partecipiamo della sua gioia o della sua sofferenza. La grande forza di questi racconti, infatti, è proprio nella potenza evocativa di cui la scrittrice è capace, unita ad uno stile essenziale, concreto e mai banale: se ancora non la conoscete come autrice, di sicuro questa raccolta è un ottimo approccio.

Alcune pagine sono splendide, da ricordare, mentre altre, a dire il vero poche, sono meno affascinanti. Il risultato finale, in ogni caso, è la sensazione di aver letto qualcosa di molto toccante.

“Alla festa siamo tutti buoni a partecipare, ma quello che più importa è come ti senti il giorno dopo” (p. 24).

1

Acquista subito

Chiara Barra

Se dovessi partire per un’isola deserta, e potessi portare con me soltanto un libro...sarebbe un’ardua impresa! Come immaginare la vita senza il mistero di Agatha Christie, la complessità di Milan Kundera, la passione di Irène Nemirovsky, l’amarezza di Gianrico Carofiglio, il calore di Gabriel Garcia Marquez, la leggerezza di Sophie Kinsella (eh sì, leggo proprio di tutto, io!). Ho iniziato con “Mi racconti una storia?” e così ho conosciuto le fiabe, sono cresciuta con i romanzi per ragazzi che mi tenevano compagnia, mi sono perdutamente innamorata dei classici...che ho tradito per i contemporanei (ma il primo amore non si scorda mai)!

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?