Tra travi scricchiolanti e libri usati

quinto“E’ fuori stampa”, “mi dispiace non è al momento disponibile”, “in bocca al lupo, sarà una sfida trovare quel testo”. Ecco tutte le frasi che ogni amante dei libri odia sentirsi dire. A quanti di voi è capitato di passare pomeriggi o serata intere ricercando tra il web titoli di libri per poi stilare una lista e andarne alla ricerca? Scommetto a moltissimi e sono altrettanto sicura che come a me, una volta entrati in libreria la risposta del libraio non sia stata quella che vi aspettavate: “ Mi dispiace molto signorina, ma questo libro non va in stampa ormai da anni”. Ma ad ogni problema c’è sempre una soluzione e in questo caso la risposta è: l’usato. Un libro di seconda mano è essenzialmente un libro che è stato già acquistato e letto da una o da più persone che poi viene rivenduto o donato ad un altro lettore. Nel Regno Unito si ricicla davvero di tutto e in una città come Londra è possibile trovare qualsiasi cosa, dai vesti, all’arredo, ai mezzi di trasposto di seconda mano. E lo stesso vale per i libri. Serpeggiando per le vie affine della città e possibile scovare moltissimi negozi dell’usato e alcuni di questi sono interamente dedicati al mondo dei libri. Uno dei più noti è certamente Quinto Bookshop & Francis Edwards. Situato nel centro della città al numero 72 dell’affollatissima Charing Cross Road, il negozio si divide su due piani, il piano terra, il quale ospita un infinità di libri di bsantiquariato e il basement level invece ricco di libri di seconda mano. Qui potrete davvero trovare di tutto tra i 3000 volumi presenti, potrete spaziare dai libri di viaggio, a quelli di storia, dalla letteratura, all’arte, dalle scienze sociali, al fantasy, all’architettura e a tutti i generi che vi vengono in mente. L’ottimo connubio tra un’ ambiente accogliente e accattivante per ogni amante dei libri e uno staff preparatissimo e molto disponibile vi farà perdere delle ora intere tra le pagine dei moltissimi testi sugli scaffali. Recatami a Charing Cross alla ricerca di qualche lettura interessante e con l’intento di fare qualche domanda al libraio sono finita con il fare una breve e interessante intervista a un booklover su di età di nome Bill, sommerso nei testi di Quinto & Francis Edwards e uno dei loro migliori clienti.

  1. Cosa ti piace dei libri usati?

Adoro leggere, ho sempre letto sin da giovane e devo dire che i miei gusti non sono dei più semplici, diciamo che non sempre trovo quello che m’ interessa tra gli scaffali ad esempio di Waterstones. I libri usati spesso portano con se qualcosa di affascinante, il colore e il profumo delle pagine, le copertine malridotte, tutti elementi che un buon libro letto deve avere. Se vedessi la mia piccola libreria a casa capiresti, tutti i miei libri sono rovinati, piegati, sottolineati e ricchi di note, ma perché li ho letti e riletti dall’inizio alla fine per vedere se mi ero perso qualcosa.

  1. Ti piace comprare libri usati, ma regali o vendi anche i tuoi?

bs2Nell’arco degli anni ho regalato molti dei miei libri e ne ho venduti altrettanti, se non l’avessi fatto ora ne sarei sommerso e non avrei nemmeno un po’ di spazio per spostarmi in casa (ride..). La cosa che mi piace dell’usato è dare anche, non solo prendere. Mi piace pensare che un libro che è stato sul mio comodino e tra le mie mani ora abbia un nuovo lettore che possa interpretarlo in maniera diversa e coglierne magari qualcosa che a me è sfuggito.

 

  1. I tuoi libri preferiti?

(Sorride…) Io amo i thriller. Adoro tutti quei libri che mi tengono desto e che mi fanno pensare e ripensare a chi abbia fatto cosa e ancora di più adoro tutte quelle storie con i finali aperti, liberi da ogni interpretazione.

  1. Non ti danno noia i libri sottolineati o con scritte di altre persone?

È forse la peculiarità che adoro di più dei libri usati, mi interessa molto vedere quale parte del testo per il precedente lettore fosse interessante e leggere i suoi pensieri, anche se per poco riusciamo ad entrare nella mente di un altro lettore non pensi? Io personalmente lascio sempre dei segni e delle note sui libri che leggo e spero che i prossimi padroni del mio libro anche se a distanza e senza conoscermi si confrontino con me.

 

  1. Posso farti un’ultima domanda? Sono davvero curiosa, quanto tempo passi in questo negozio?

(chiude il libro che ha tra le mani e sorride) Moltissimo, mi piace spostarmi tra i vari negozi dell’usato della città, ma questo rimane tra i miei preferiti, non mi lascia mai deluso. Il mio giorno preferito per venire quì e il martedì perché arrivano tutti i libri e posso essere tra i primi a leggerli.

Alessandra Cucchi

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?