Tempo fermo – Francesco Marani

Titolo: Tempo fermo
Autore: Francesco Marani
Data di pubbl.: 2021
Casa Editrice: Book editore
Genere: Raccolta di racconti
Pagine: 103
Prezzo: € 15,00

Il tempo declinato attraverso l’arte del racconto. Questo è il tema di Tempo fermo, un libro di Francesco Marani, scrittore e poeta modenese.

In questo libro Marani si cimenta con il concetto e con l’idea del tempo scrivendo undici racconti brevi.

La brevità si concilia benissimo con queste passeggiate narrative al centro delle quali ci sono persone indaffarate nel quotidiano.

Storie semplici narrate con una scrittura folgorante e essenziale e il suo autore si sofferma in particolare sugli stati d’animo dei suoi personaggi.

Racconti come episodi di una vita quotidiana in cui tutti siamo coinvolti con il nostro destino di mine vaganti, con la nostra sorte di canne pensanti.

Undici storie in cui il realismo intreccia la finzione narrativa, cronache di un vissuto che arriva dalla letteratura per abbracciare l’esistenza.

Letteratura e vita in queste storie che raccontano un tempo non misurabile, fermo dinamicamente, che coniuga passato e presente.

Biografia e autobiografia, verità e finzione, tempo circolare in ogni dove. Questi sono gli elementi principali che si trovano nella scrittura di Francesco Marani. Lo scrittore mette insieme gli indizi di vite pulviscolari per tracciare una mappa del tempo.

Siamo fatti di anima e tempo e tutto accade nel tempo che ci sfugge.

Tutti i protagonisti delle undici storie inventate (ma non troppo) da Francesco Marani hanno in comune la poesia straordinaria del mistero del tempo, che alcune volte è un grande scultore, altre il demolitore fatale che spezza ogni cosa.

«I personaggi nascevano dal suo animo, navigavano nell’inconscio, ma se venivano allo scoperto, alla coscienza cosciente come accade agli scrittori, apparivano in tutta la loro folle bestialità. Al punto che potevano minacciarlo per averli messi al mondo. L’autore era il nemico dei suoi personaggi, questi lo odiavano e lo perseguitavano».

Il punto di vista del protagonista del racconto Lo scrittore di gialli potrebbe essere lo stesso dell’autore di questo libro.

Tempo fermo con la sua galleria di personaggi pensanti è un viaggio nel passato e nel presente.

Un presente tutto contemporaneo che è racchiuso anche nel tempo che si è fermato di questi giorni pandemici di cui siamo prigionieri e in attesa. Di un’attesa che ci rende prigionieri di ciò che non sappiamo.

Queste sono le conclusioni a cui arriva Francesco Marani che alla fine del suo libro interroga il tempo muto e fermo del Corona Virus e scopre una verità che ha del tragico: «Più che interrogare, diveniamo punti interrogativi». Il libro si chiude, il tempo batte i suoi dolori, le risposte mancano.

 

 

1

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi