Telephone Booth Book: la mini biblioteca arriva in Italia

phoneboxlibraryL’idea è quella di trasformare una vecchia cabina telefonica in una mini biblioteca.

E’ stato l’architetto newyorkese John Locke a trasformare per la prima volta una cabina in disuso in una piccola biblioteca alla portata di tutti.
Il progetto, di matrice anglossassone, prende il nome di Telephone Booth Books e, dopo essere approdato in Paesi come Svezia, Germania, UK, arriva anche da noi, più precisamente a Roma, nel quartiere di Torresina.

Ce ne ha parlato Antonio Giustiniani, coordinatore del progetto, su Roma Today:
“Per il momento scegliamo di metterne solo una, perché conosciamo i nostri limiti. Se poi l’idea dovesse piacere a livello comunale o altre associazioni si prendessero cura di altre cabine ne saremo davvero felici. Chissà, potrebbe anche essere usata come strumento di promozione culturale, un invito alla lettura. Un’idea un po’ romantica, fatta di cabine dismesse e libri cartacei, ma di sicura efficacia. Scegliere un libro in una cabina telefonica è un po’ come prendere due piccioni con una fava: da un lato infatti si avvicina la gente alla lettura, dall’altro si restituisce nuova vita alle care vecchie cabine telefoniche in disuso“.

La così chiamata “Biblio-cabina” è stata inaugurata il 12 settembre al Parco di Torresina in viale Indro Montanelli e funziona così:  si entra, si sceglie il libro che si vuole leggere e lo si restituisce una volta terminato. Come una normale biblioteca, i libri saranno timbrati e se ne potranno prendere non più di tre alla volta.

1

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?