Stanno tutti bene tranne me – Luisa Brancaccio

Titolo: Stanno tutti bene tranne me
Autore: Brancaccio Luisa
Casa Editrice: Einaudi editore
Genere: Romanzo
Pagine: 139
Prezzo: 15.50 €

“…non è stato sempre così, da giovane non se lo sarebbe mai aspettato. Dopo il matrimonio la vita è diventata una serie di doveri che non riesce mai a portare a termine, una serie di piccoli fallimenti quotidiani, accompagnati, tollerati e amplificati dallo sguardo di suo marito(pag.15).

Squarci di vita borghese si sfiorano, si toccano appena, nel primo romanzo di Luisa Brancaccio. Storie brevi, spaccati di realtà, dove i protagonisti sopravvivono alle loro tragedie personali.
Il romanzo vede come protagonista principale Margherita, moglie di un cardiochirurgo e madre di tre figli. La donna, reclusa in una gabbia dorata dalla sua depressione ed esclusa dalla vita della sua famiglia, è spettatrice assente fino al momento dell’incontro cercato, ma quasi casuale, con il Dott De Seta, psichiatra in pensione e richiamato alla professione da una vocazione mai persa e dalla voglia, forse, di poter aiutare qualcuno per espiare colpe di un passato non troppo lontano: “…e ora mi vergogno molto per aver visto cose terribili e non aver fatto abbastanza perché cambiassero(pag.98).
E poi la vita, la vita dopo il dolore, quel dolore che ti cambia per sempre, il dolore più grande, il dolore che solo la morte di un figlio può arrecare ai genitori che, loro malgrado, gli sopravvivono. Il dolore dei vicini di casa di Margherita che si allontanano dalla città per ritrovare loro stessi dopo il lutto e si accorgeranno che niente sarà più come prima.
Con capitoli brevi ed un  linguaggio diretto, Luisa Brancaccio apre una finestra silenziosa sulla vita dei suoi personaggi, sulle loro tragedie e sul superamento delle stesse. Pochi giudizi in una narrazione veloce e tagliente che mette a nudo realtà quotidiane, tragedie e rinascite degli esseri umani.

 

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?