Regina Rossa- Juan Gomez Jurado

Titolo: Regina Rossa
Autore: juan gomez jurado
Data di pubbl.: 2021
Casa Editrice: Fazi editore
Genere: thriller
Traduttore: Elisa Tramontin
Pagine: 440
Prezzo: 18

Sono passati quasi tre anni da quando la vita di Antonia Scott è cambiata completamente. Un tempo era la donna più brillante del mondo, dotata di un intelletto acuto e spaventosamente alto (forse il più elevato tra quello delle persone attualmente vive), Antonia ora è l’ombra di se stessa. Le sue giornate trascorrono lentamente, oscillando tra il suo appartamento e le notti passate in ospedale, al capezzale di Marcos, l’amore della sua vita che versa in stato comatoso da quando è rimasto ferito in una sparatoia. Antonia non riesce a superare il senso di colpa, non riesce a staccarsi da Marcos. Tutto ha perso di senso. Anche crescere e badare a loro figlio che ora vive con i nonni. Ma la polizia e sa perfettamente di cosa è capace la mente di Antonia. Sa che se quella donna tornasse ad essere lucida, potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte di molti innocenti. Attraverso il “caduto” ispettore Jon Gutierrez, poliziotto in disgrazia, i piani alti della polizia riescono a raggiungere Antonia e a coinvolgerla nelle indagini di un omicidio assai intricato. Ma nel momento in cui Antonia ha accettato il caso, qualcosa si muove. Iniziano nuove sparizioni, nuove atrocità. Antonia è sicura che dietro tutte quelle efferate azioni si celi una sola persona e mentre si mette a indagare in quella direzione, c’è una nuova sparizione. Si tratta di Carla Ortiz l’erede di uno degli uomini più ricchi e potenti del pianeta. Jon e Antonia sono costretti a una corsa contro il tempo. Salvare Carla non è la sola cosa che conta. Occorre anche scoprire chi sia il misterioso Ezequiel, il personaggio che ha rivendicato tutte le azioni terribili successe fino a quel momento. La posta in gioco è molto più alta di quanto Antonia si potrebbe aspettare e in palio c’è molto, molto di più della vita stessa.

Arriva anche in Italia il primo romanzo della trilogia spagnola che sta conquistando i lettori di tutto il mondo anche più velocemente di quanto abbia fatto la fiction “La Casa di Carta”.

Scritto da Juan Gomez Jurado e pubblicato in Italia da Fazi editore nella collana Darkside, La Regina Rossa (titolo preso dal nome dell’operazione della vicenda narrata) è un thriller che convince sin dalle prime pagine. Una cosa estremamente importante questa, perchè tenere incollato un lettore per oltre 450 pagine, non è un’impresa semplice se ti capita qualche scivolone e l’azione dovesse risultare “ferma”.

Ma veniamo al libro.

Riuscire a condensare la trama della storia in poche righe è stato qualcosa di incredibilmente difficile poiché sulla scena si muovono diverse figure. Se si fosse trattato solo di Antonia, Jon, Carla e il misteriso Ezequiel, non ci troveremmo dinnanzi a un libro davvero fenomenale. Si tratterebbe del classico thriller, con molti colpi di scena, molto cruento in certi dettagli con la classica coppia di detective, il classico ostaggio da salvare e il classico cattivo. Ma sulla scena compare anche la Nonna di Antonia (unico personaggio in grado di fare aprire la donna alle sue emozioni e ai suoi intimi pensieri, permettendoci di avere uno spaccato del mondo interiore di Antonia e di sentire tutto il doloroso peso che porta dentro di sé), abbiamo Mentor, l’enigmatica (e bastarda) figura delle alte sfere che muove Jon e Antonia come se fossero due pupazzi su una scacchiera, Marcos (che pur stando in silenzio riesce a comunicare molto al lettore)e molti, moltissimi altri personaggi. Manca il classico poliziotto “duro e puro” (Jon è l’antitesi di questa figura. Un po’ pavido, un po’ cagasotto, un po’ pigro anche se ha dei momenti di pura genialità) e manca il grande senso di giustizia e di rivalsa tipico dei thriller. In un certo senso potremmo dire che si tratta di un giallo atipico, che oscilla tra il noir e il comico, il drammatico e il grottesco in modo piacevole e senza troppe pretese.

Diviso in tre macro parti, il romanzo può essere letto con molta calma e prendendosi il giusto tempo per metabolizzare quanto sta accadendo sulla scena, e pur risultando incalzante e assurdamente adrenalinico, riesce a dare al lettore la possibilità di respirare con tutta calma la situazione.

Indubbiamente questo romanzo è destinato ad avere un successo ancora più grande di quello che già gode e sarà per voi un’ottima scoperta.

6

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?

Per continuare a navigare su questo sito, accetta l'informativa sui cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi