Rebus – Andrea Corona

Titolo: Rebus
Autore: Andrea Corona
Data di pubbl.: 2014
Casa Editrice: Milena edizioni
Genere: narrativa contemporanea
Pagine: 104
Prezzo: 7.40€

Una realtà frammentata rappresentata con suspense ironica, che si incanala in un groviglio di situazioni che sono l’una riflesso dell’altra. Ecco a voi Rebus di Andrea Corona, giovane autore napoletano che attraverso una prosa lineare, mai ampollosa, ci fa penetrare in un sarcastico dramma che ha per protagonista Giona, un assicuratore dalla vita monotona.

Punto di forza del libro è sicuramente l’ironia che vi trasporterà pagina dopo pagina. I continui passaggi da un mondo onirico e illusorio a uno propriamente reale vengono evidenziati da situazioni grottesche e assurde. Forti le influenze di Borges, Dick, Calvino, Pirandello e lo Schnitzler di Doppio sogno, maestri che Corona sparge come spezie lungo le pagine del suo libro.

Ma c’è anche altro. Rebus è due libri in uno. Non è composto solo dal testo che noi leggiamo ma anche da quello che intuiamo da alcuni elementi che incontreremo. Non è un caso che molti personaggi, compreso il protagonista, abbiano nomi di profeti della tradizione ebraica e non è una coincidenza il dialogo tra Amos e Alma. E questi sono solo degli esempi, ne potremmo citare molti altri ma vi toglieremmo il gusto della scoperta e della lettura.

Ma è proprio in questa prosa che sta all’ombra delle parole che ci scorrono sotto gli occhi, che si sviluppa un altro enigma che trasforma Rebus in un viaggio mistico. La capacità dell’autore è stata quella di non rendere invadente la parte “filosofica” che si cela dietro quella “letteraria”, cosicché l’opera diventi accessibile a tutti.

Un libro intrigante  in cui la narrativa incontra la filosofia. Pubblicato da uno scrittore appartenente a quel bacino di autori “esordienti”, sconosciuti al grande pubblico ma che ancora una volta regalano perle letterarie. Echi di un’arte sommersa che tengono in vita la sperimentazione, di cui nessuno si cura più. Ma questa è un’altra storia, anzi, un rebus difficilmente risolvibile.

0

Acquista subito

Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?