Quando manca l’ispirazione: La Casa della Scrittura è la soluzione

Un concetto ancora sconosciuto in Italia ma che si sta velocemente affermando nel mondo della scrittura, è quello di “accompagnamento letterario”. Si tratta di un aiuto per principianti e anche non, attori di romanzi, poesie, saggi o pezzi teatrali: tutti coloro che durante la stesura di un testo sono arrivanti ad un “punto morto”, ovvero coloro che si sono imbattuti in ostacoli apparentemente insormontabili. Emblema di questa nuova realtà del mondo letterario è la Casa della Scrittura in Provenza, fondata da Gessica Franco Carlevero nel 2015, nei pressi di Là Curonne, a pochi kilometri dalla Côte Bleue. L’ideatrice, insegnante di scrittura alla scuola Holden di Torino, ha deciso di avviare questa esperienza con l’intento di offrire sostegno agli autori, proponendo percorsi individuali o collettivi al fine di supportare il loro cammino. I programmi individuali prevedono uno specifico affiancamento con consigli e pareri riguardo all’elaborazione dell’opera; mentre quelli collettivi, ideati per stimolare la creatività ma anche la socializzazione, sono basati su un programma settimanale di incontri dedicati a temi particolari, come ad esempio la scrittura di viaggio o autobiografica. Meritevole di attenzione è l’appuntamento domenicale del periodo estivo: le “Domeniche Gourmandes”, appunto. Si tratta di veri e propri pranzi letterari, in vista dei quali lo chef della Casa, Alessandro Baccara, propone un menù letterario a tema basato su personaggi o testi specifici, il tutto accompagnato da momenti di lettura di passaggi significativi, che accompagneranno il pasto. La Casa, completamente immersa nel verde e dotata di paesaggi suggestivi, è ideale non solo per gli aspiranti ed affermati autori, ma anche per una visita (magari domenicale!) di appassionati della letteratura.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?