Premio Chiara 2014: domenica conosceremo il vincitore

Villa-Andrea_esterno_3
Ultimi caffè da prendere con l’organizzazione de Premio Chiara in vista della premiazione di domenica del vincitore  tra i finalisti Davide Barilli, in finale con ‘La nascita del Che’ , Gianni Celati con ‘Selve d’amore’ e Giulio Questi con ‘Uomini e comandanti’ .
Il lungo weekend del Premio Chiara  ha avuto inizio Giovedì 23 ottobre assieme a Franco Tettamanti, giornalista e scrittore varesino,  con il suo  ‘Era solo ieri. Storie, curiosità, protagonisti, fatti e misfatti nella Milano nell’Italia del Novecento’. Intervistato dai giornalisti  Massimo Donelli , Roberto Pisati  e anche  Roberto Ghiringhelli, Direttore dell’ Istituto di Storia moderna e contemporanea e Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche nella facoltà di Scienze della formazione dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

A seguire, Venerdì 24 ottobre alle ore 18 presso la Libreria Feltrinelli di Varese, la Presentazione del volume vincitore Premio Chiara Inediti, con intervento della vincitrice Aminata Aidara intervistata da Michele Mancino e Diego Pisati.
Il Sabato del Premio Chiara sarà per i cinefili: il 25 ottobre alle ore 17,15 presso la Biblioteca Cantonale, ci sarà l’incontro con Sarah Maestri, attrice del grande schermo, e le proiezioni di spezzoni del film “Il pretore” a seguire alle ore 18 l’incontro con i finalisti del premio chiara Davide Barilli, Gianni Celati e Giulio Chiesti.
Domenica 26 ottobre, la tanto attesa premiazione del Vincitore del Premio Chiara 2014 presso la Sala Napoleonica di Ville Ponti di Varese: lo spoglio in diretta delle schede di voto che annunceranno se sarà Davide Barilli con ‘La nascita del Che. Racconti da Cuba’, racconto di una solitudine rumorosa attraversata da un’aria assiepata e sfatta , astuzia e decadimento, inganno e destino,  oppure Gianni Celati con ‘Selve d’amore’, i quattro racconti che continuano idealmente ‘Costumi italiani’ del 2008 , o ancora Giulio Questi con ‘Uomini  e Comandanti’ una storia che sembrerebbe un miracolo sulla letteratura della resistenza che va a surclassare gli scritti dei diretti protagonisti.
Per quanto riguarda la Sezione Segnalati, la Giuria ha indicato “La nostra vista somigliava a un tappeto magico” di Mario Chiodetti con la motivazione ‘Ispirato cantore della nostra terra lacustre’.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?