Per favore non dite niente – Marco Ciriello

Titolo: Per favore non dite niente
Autore: Ciriello Marco
Casa Editrice: Chiarelettere
Genere: Romanzo
Pagine: 114
Prezzo: 12.90 €

Dopo una discreta carriera di giocatore professionista, quasi per caso, Marco intraprende la strada da  allenatore e la vita sembra sorridergli. Le sue squadre giocano bene, divertono il pubblico e i risultati non tardano ad arrivare. Lontano dal campo Marco ha una bellissima famiglia: due figli adolescenti e una moglie, Carla, per la quale prova un sentimento purissimo e profondo. Ma come capita spesso, la vita ci dona e ci toglie. Non siamo noi a deciderlo e ci sentiamo inermi. Con la stessa velocità con cui un calciatore insacca la palla in rete, il cancro colpisce Carla. E’ l’inizio di una nuova fase, sicuramente la più dolorosa.

La rincorsa a consultare i migliori esperti della malattia per trovare una cura introvabile e la gestione dei propri sentimenti nei confronti di Carla e dei figli rubano a Marco la serenità nel vivere l’avventura calcistica. Proprio nel suo momento di maggior successo, decide di abbandonare la panchina di un’ottima squadra di serie A per affrontare la partita più difficile della sua carriera: assistere la moglie nel travagliato cammino del cancro.

Passiamo la vita nella costante attesa di una svolta. Persino quelli che l’hanno avuta presto, o ne hanno avute diverse di seguito, forse senza riconoscerle, ne vogliono ancora, e aspettano bulimici. Ma la svolta, quella vera, è talmente grande e perfetta nel suo bene o nel suo male che arriva quando non ci credi piùÈ così che va. I fatti che ci cambiano veramente sono sottili, invisibili, e soprattutto rari” scrive Carla prima della sua morte.  “Odio le frasi di benevolenza, gli sguardi di compassione. Preferisco il silenzio. Ci vuole davvero molta forza, o una grande semplicità, per stare in silenzio davanti ai misteri delle malattie incurabili. In mezzo ci stanno tutti quelli che parlano, e sono tanti, troppi”.

Il dolore per la perdita della moglie è acuto, profondo e sembra lacerare l’anima del protagonista ma “il dolore non serve a niente, è la cosa più assurda di tutte. La vita poi ha la precisione che solo certe partite riescono a bordeggiare. Per questo motivo ci siamo inventati il pareggio”. La differenza la fa la voglia di giocare queste partite anche quando tutto sembra ormai perduto.

Per favore non dite niente” è profondamente ispirato alla storia di Cesare Prandelli, allenatore della Nazionale di calcio, che nel 2004 lasciò la panchina della Roma per assistere la moglie Manuela malata di cancro, poi scomparsa nel novembre del 2007.

Marco Ciriello, tra finzione e realtà, ci regala un romanzo toccante che fa riflettere sul dolore che una malattia incurabile può generare. Proprio come la malattia fa emergere l’essenzialità delle persone, il romanzo è scritto in maniera concisa arrivando direttamente al cuore e il lettore non può non immedesimarsi, almeno per una volta, nei pensieri e nell’animo del protagonista.

In campo come nella vita, nonostante i piccoli o grandi ostacoli, bisogna portare a termine la partita, la stagione, il progetto con dignità e speranza.

1

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?