Parigi – Hammamet – Bettino Craxi

Titolo: Parigi - Hammamet
Autore: Bettino Craxi
Data di pubbl.: 2020
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Narrativa
Pagine: 146
Prezzo: € 17,00

Bettino Craxi, durante gli anni dell’esilio in terra tunisina, ha raccontato e scritto la sua verità in contrapposizione alla vulgata mediatica e giudiziaria, che alla fine ha cominciato a perdere pezzi e sulla cui credibilità c’è più di un dubbio.

A venti anni dalla sua scomparsa si sono scatenate reazioni (spesso manichee) sulla sua figura.

Oltre a Hammamet, il bel film politico di Gianni Amelio sul caso Craxi in cui risvolti umani e esistenziali attraversano la statura politica di Bettino Craxi, sono usciti diversi libri dedicati all’ultimo leader del Psi.

Tra i volumi pubblicati c’è anche Parigi – Hammamet, un thriller politico e apparentemente fantapolitico scritto lontano dall’Italia dallo stesso Bettino Craxi.

Attraverso la finzione narrativa si possono raccontare moltissime verità. Craxi in questo romanzo si toglie molti sassolini dalle scarpe, scrivendo un libro di fantapolitica. Leggendolo, ci siamo imbattuti in una realtà credibile, quella degli anni passati sconvolta da false rivoluzioni, intrighi e decapitazioni politiche che hanno consegnato con la nascita della Seconda Repubblica il paese nelle mani dei barbari.

Karim, un poliziotto italo – tunisino che vive a Hammamet, vola a Parigi dove ha appuntamento con Ghino, l’ex primo ministro italiano a cui è legato da una salda amicizia. Il politico chiede aiuto al suo amico tunisino, teme per la sua vita. È in atto un disegno criminoso: Ghino è nel mirino di una pericolosa organizzazione internazionale sin dai tempi del caso Abu Abbas e per la sua determinazione a non accettare compromessi imposti da chi vuole imporre un nuovo ordine mondiale.

Una specie di Spectre agisce nell’ombra con l’obiettivo di colpire Ghino perché ha deciso di non farsi comprrare e di non piegarsi ai perversi voleri dell’organizzazione.

Così la lobby internazionale si inventa il circo mediatico – giudiziario con l’intenzione di spazzare via la classe politica del paese. Un colpo di Stato affidato ai magistrati, che diventano esecutori materiali di un progetto straniero contro le istituzioni democratiche.

Ghino viene considerato un nemico di questo progetto perché con la sua politica non si è piegato ai voleri di un’oscura finanza internazionale che vuole destabilizzare l’Europa intera.

«La geografia del terrore indicava chiaramente il suo obiettivo finale, sebbene l’ipocrisia massmediale facesse finta di non capire. L’informazione non informava. Depistava. Qualcuno stava demolendo le sovranità nazionali, per riunificarle, poi in ginocchio, sotto un dio falso e bugiardo, il dio – valuta pregiata, gestito da un pugno di nemici dell’umanità».

Parigi – Hammamet è un thriller in cui è narrata anche la storia tragica che ha cambiato il destino politico dell’Italia Quella di un manipolo di magistrati politicizzati che hanno avuto l’ordine di colpire a morte il destino politico di Bettino Craxi e quello dei partiti a lui vicini.

È la storia di un colpo di Stato legale metto in atto con l’illegalità e il più forcaiolo dei giustizialismi.

I mandanti sono coloro che hanno ideato e invento l’avvento del mercato globale e la globalizzazione politico – istituzionale dell’intero pianeta. Tutti gli ostacoli al mercato, quindi l’identità e l’unità nazionali, insieme ai suoi autorevoli rappresentanti dovevano essere e eliminati con la forza.

Ghino /Bettino era uno di questi e con lui bisognava procedere in fretta perché era davvero scomodo.

Parigi –Hammamet è un thriller in cui la realtà supera la fantapolitica.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?