Pagine da Chef – Comfort food. Porta in tavola la felicità

Titolo: Comfort food. Porta in tavola la felicità
Autore: Oliver Jamie
Casa Editrice: TEA
Genere: ricettario
Pagine: 406
Prezzo: 34.00 €

Il concetto di comfort food è molto personale: possono esserlo le lasagne, ricche e con una preparazione laboriosa, la cui ricetta si tramanda da generazioni e che rimanda al concetto di famiglia e dello stare insieme, ma può esserlo anche un panino croccante e veloce da preparare, gustato da soli sul divano con una birra fredda al punto giusto. Ciascuno di noi ha le proprie personalissime ricette che rimandano ai ricordi di infanzia e alla felicità, che cuciniamo per molti quando vogliamo mettere tutto il nostro amore in un piatto, oppure che riserviamo ai momenti difficili, quando ci sentiamo giù e vogliamo coccolarci con qualcosa di buono che ci dia la sensazione di un abbraccio.

In questo bel librone di 400 pagine Jamie Oliver ha raccolto dal mondo tutto ciò che di buono può essere cucinato per scaldare il cuore di chi lo prepara e di chi lo assapora. Moltissime ricette accompagnate dalle meravigliose fotografie di David Loftus (le sue foto sono state descritte come “capolavori di nature morte, in cui il cibo sembra chiederci di uscire dalle pagine del libro e di essere mangiato”) che fanno il giro del mondo: dall’ Indonesia con il nasi goreng alla moussaka greca, dai pierogi polacchi al ramen giapponese, senza dimenticare i classici della tradizione come gli italianissimi ravioli e gnocchi o riso allo zafferano e la cotoletta o il filetto alla Wellington e il pudding della tradizione anglosassone. Non mancano i dolci come la torta al cioccolato delle grandi occasioni, la classicissima torta di mele o la tarte tatin.

Non solo preparazioni elaborate: la felicità è anche un toast al formaggio, le patite fritte alla perfezione, un panino speciale con bistecca e cipolla o un cocktail ben fatto. Ciascuna fase della preparazione è spiegata con chiarezza e accompagnata da consigli dello chef; per ciascuna ricetta sono indicate le calorie e le informazioni nutrizionali: solo alla fine del libro però, perché i momenti di puro piacere e i peccati di gola vanno vissuti senza pensarci troppo, ci sarà tempo per recuperare nei giorni successivi con menù più leggeri, come consiglia lo stesso autore.

Lasciamoci allora avvolgere dalla bontà e prepariamoci a gustare questo meraviglioso Pollo alla Kiev

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di pancetta affumicata
  • 4 petti di pollo da 150g senza pelle
  • 3 cucchiai di farina bianca
  • 2 uova grosse
  • 150g di pan grattato
  • 2 manciate di spinaci baby o rucola
  • 2 limoni

Per il burro:

  • 4 spicchi d’aglio
  • 15g di prezzemolo
  • 4 noci di burro a temperatura ambiente
  • 1 pizzico di peperoncino

Preparate il burro all’aglio: pelate l’aglio e tritatelo finemente con le foglie di prezzemolo e mescolatelo con il burro morbido e il peperoncino. Dategli la forma di un panetto e mettetelo in frigo perché si indurisca.

Nel frattempo friggete la pancetta con un goccio di olio di oliva fino a quando diventa croccante e dorata.

Farcite i petti di pollo: iniziate sollevando la parte posteriore del petto e con un coltello create una tasca: tagliate il burro in quattro pezzi e infilatene uno nella tasca insieme ad una fetta di pancetta croccante sbriciolata. Infarinate i fagottini di polli così farciti e passateli prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato a cui avete aggiunto un pizzico di sale e di pepe: fate aderire bene il pane premendo con le mani. Friggeteli in olio di semi di girasole fino a che siano dorati, poi trasferiteli  in forno caldo al 180°C per 10 minuti. Potete anche mettere i petti di pollo direttamente in forno senza friggerli: spruzzateci sopra dell’olio di oliva e cuoceteli per 20 minuti, saranno meno dorati ma altrettanto buoni.

Servite i petti di pollo su un’insalata di spinaci o di rucola condita con olio e succo di limone o con un purè di patate e broccoli.

Voto: 4 padelle

Voto4

 

 

 

Nota sull’autore: Jamie Oliver ha iniziato a cucinare a soli otto anni nel pub dei suoi genitori nell’Essex e da allora ha lavorato in diversi ristoranti per approdare a Londra al Neal Street Restaurant e poi al River Café, dove è stato scoperto da un produttore televisivo. La sua carriera in televisione e come autore è cominciata nel 1999 con la serie The Naked Chef. Nel frattempo ha aperto a Londra il ristorante Fifteen e rivoluzionato la cucina nelle mense scolastiche e nelle case inglesi. Ha fondato la Jamie Oliver Foundation, un’associazione di beneficenza la cui missione è migliorare la vita delle persone attraverso il cibo. Jamie collabora con diversi periodici, in Inghilterra e nel mondo, a cominciare dalla sua rivista Jamie’s Magazine. Le sue serie televisive, trasmesse in Inghilterra sa BBC e Channel 4, sono tradotte in tutto il mondo, e in Italia vanno in onda su laEffe.

Perché leggere questo libro: per lasciarsi andare alla bontà e al calore dei cibi preparati per farci sentire amati.

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?