Novità in uscita nella settimana dal 5 al 7 Dicembre 2011

GIALLI E THRILLER

Roma, 1139. Inquieto, un uomo alza gli occhi alla volta celeste. Seguendo le indicazioni dei suoi predecessori, è arrivato nella Città Eterna per assistere all’eclissi che mostrerà un allineamento astrale unico. All’ora stabilita, la luna a poco a poco si dissolve nell’oscurità, rivelando 112 stelle. È il segno che l’uomo aspettava: ancora 112 papi, poi, sulle rovine della Chiesa, sorgerà un nuovo mondo.

Roma, 2000. Incredula, una giovane archeologa fissa il cielo. Poche ore prima, il Vaticano le ha ordinato d’interrompere gli scavi nelle catacombe di San Callisto, mettendo così fine alla sua carriera accademica. E adesso lei giace sull’asfalto, in una pozza di sangue. Tuttavia, nell’istante in cui l’aggressore le ha conficcato il pugnale nel petto, Elisabetta ha notato un dettaglio agghiacciante. Un dettaglio impossibile da dimenticare.

Roma, oggi. Sconcertata, una suora studia i simboli astrologici tracciati sul muro. Ma quello non è il solo enigma custodito dall’antico colombario di San Callisto. Intorno a lei, infatti, ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla. Decisa a far luce sul mistero, suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust di Marlowe e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il papa è morto, il conclave è alle porte e la profezia sta per compiersi…

“Il marchio del diavolo” di Glenn Cooper sarà in tutte le libreria dal 7 dicembre. Nord editrice.

SAGGI

Attraversare un secolo e farlo insieme ai grandi della Storia: questo è stato il destino di Stéphane Hessel, ed è da questo vissuto che è nato il piccolo ma for- tissimo appello a indignarsi per rivendicare i propri diritti che ha conquistato le coscienze di un conti- nente.

Alle spalle di quelle poche pagine che si sono tra- sformate in un richiamo generazionale e culturale, c’è una vita straordinaria, arrivata a 94 anni con una splendida vitalità e una voglia di essere ancora e sempre parte del mondo che cambia. I lettori ita- liani si sono innamorati di Hessel dopo averlo co- nosciuto nel suo dialogo televisivo con Fabio Fazio e non hanno smesso di fare di Indignatevi! uno dei libri più venduti dell’anno.

Ora con Danza con il secolo Add editore porta in Italia il libro più sentito e amato da Hessel, molto più di un’autobiografia, un vero e proprio racconto di uomini, eventi, sentimenti, momenti di Storia e di grande riflessione.

La vita di Hessel racchiude molte vite, narrate in questo libro con la leggerezza, l’ironia e la forza cui Stéphane Hessel ha abituato i suoi 200.000 lettori italiani che tornerà a trovare in novembre per pre- sentare il nostro libro. “Danza con il secolo” di Stéphane Hessel dal 7 dicembre in libreria. Add editore.

Dall’antica Roma alla cronaca contemporanea, tutti i delitti più celebri e i crimini

più atroci commessi da famiglie, clan e dinastie

La famiglia dovrebbe essere la culla degli affetti e delle virtù, ma a volte i legami di sangue sono capaci di scatenare gli istinti più bassi e i crimini più efferati. Dagli eccessi della dinastia giulio-claudia di età romana, dai Borgia ai Romanov, dai Kim agli Hussein, ai clan mafiosi e alla cronaca nera contemporanea, la storia è piena di esempi di crudeltà esasperate, di casi eclatanti di famiglie che hanno fatto ricorso a ogni genere di sopraffazione per difendere il proprio nome o perpetuare il proprio potere. Crudeltà di ogni tipo, viltà e abusi compongono il quadro sanguinario di famiglie, clan, dinastie rimaste memorabili per la loro ferocia e spietatezza. Dalle “leggende nere” del passato alle lucide cronache del presente, una galleria di famiglie misteriose e inquietanti mostra il suo lato più inafferrabile, oscuro e crudele. “Le famiglie più malvagie della storia” di Andrea Accorsi e Daniela Ferro. In libreria dal 7 dicembre per Newton Compton.

GRAPHIC NOVEL

“Tutto quello di cui parliamo in queste pagine l’abbiamo fatto senza fine di lucro, per iniziare a diffondere positivamente le idee e lo spirito degli Indignados. Speriamo che in molti ci leggano e capiscano la profonda trasformazione sociale che sta accadendo in tutto il mondo. Alla fine anche questa graphic novel l’abbiamo fatta cercando di rendere il mondo un posto migliore, in questo siamo (speriamo) tutti d’accordo.” Il collettivo Indignados.
Una graphic novel come non ce ne sono mai state. La 001 Edizioni “indignata” come non avete mai letto!!! Un collettivo di fumettisti conosciuti ed amati che si dedica ad un sogno (ir)realizzabile, ad un imperativo morale: Indignarsi liberamente ed essere propositivi e costruttori di un futuro in questa società.
Questo libro non è stato deciso in un’assemblea, non è stato imposto agli autori, nasce dalle idee libere e perciò “rivoluzionarie” del movimento di ribellione cittadina spagnola degli Indignados. È un libro concepito ed organizzato al plurale al fine di raggiungere la massima quantità di persone possibili, contro il sistema asfittico dei media ormai infettato inesorabilmente, al fine di proporre e realizzare soluzioni per un (auspicabile) mondo migliore.
Un volume che unisce storie a fumetti e interventi scritti di docenti universitari, giornalisti ed economisti. Tante idee e stili che si fondono sotto la bandiera della piazza in rivolta. Tra gli autori che partecipano al progetto ricordiamo tra i tanti Paco Roca, Carlos Gimenez, Miguel Gallardo e Pere Joan.

“Indignados. Suggerimenti per una ri(e)voluzione” uscirà questa settimana in libreria per 001 editore.

STRENNE

Da qualche anno, pochi giorni prima di Natale, cominciano a comparire sui balconi di tutta Italia decine e decine di sagome rosse che tentano goffamente di arrampicarsi dentro le nostre case. Ce ne sono centinaia, migliaia, sono tanti grassi e comici Babbi Natale che pendono da terrazzi, tetti, grondaie. Ma la cosa non finisce qui, questi sacchi rossi, sfiancati, esposti alle intemperie, non spariscono come dovrebbero alla mezzanotte del 24 dicembre, ma spesso vengono lasciati alla pioggia e alla neve per settimane intere, dimenticati, ormai ridi- coli e tristissimi.

Con un saggio semi-serio, ricco di curiosità e di mo- menti gustosi, Roberto Torti analizza questo fenomeno che ha forse le sue radici negli ormai mitici nani da giardino che per anni sono stati il tormentone dei fusti- gatori del cattivo gusto. Un’evoluzione del Natale? Un tentativo di umanizzare una festa? Un gioco per adulti che non hanno smesso di essere bambini? O sempli- cemente una caduta nel kitsch e il segno del “brutto” che avanza?

Si comincia amando Babbo Natale, simbolo della gio- ia e della felicità e in un attimo si arriva ad appender- ne il corpo al proprio balcone di casa. Qualcosa non va: questo libro vuole fare chiarezza… “Liberiamo Babbo Natale” di Roberto Torti per Add editore. Dal 7 dicembre in libreria.

Ciccio Tuttapancia è un bambino molto goloso e un po’ “tondetto”. Il suo passatempo preferito è stare sul divano davanti alla televisione mangiando merendine. Nella fantasmagorica scatola magica vivono i bambini Tuttabocca, bambini felici che mangiano continuamente merendine senza ingrassare, a scuola non si annoiano, giocano liberamente e hanno famiglie sempre serene e sorridenti. Anche Ciccio e i suoi amici vorrebbero vivere così, ma purtroppo loro ingrassano, nel cortile non è permesso giocare e le mamme li sgridano spesso.

Finché… finché un bel giorno a Ciccio appare in sogno una vecchina che gli insegna a cucinare una torta con ingredienti genuini. Grazie alla ricetta, la famiglia di Ciccio vivrà un momento di allegria, i suoi amici si faranno una bella e sana scorpacciata e la scatola magica rimarrà spenta. Ciccio Tuttapancia è una storia dei nostri giorni. Una storia semplice che mostra come ciò che è vero, autentico e genuino sia più gustoso e divertente della falsa felicità preconfezionata della televisione. “Ciccio Tuttapancia” di Maccario e Lomanto in libreria dal 5 dicembre. Miraggi editore.

L’appuntamento con le nostre “Anteprime” è sospeso fino al nuovo anno!

Gli editori interessati a far segnalare i loro titoli in questa sezione della nostra testata sono pregati di contattarci all’indirizzo editori@gliamantideilibri.it.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?