Novità in uscita nella settimana dal 17 al 23 febbraio

ROMANZI

L’infermiera americana Abby Monroe si trova a Ginevra per conto dell’unicef. È domenica mattina e le strade della città, che durante la settimana pullulano di impiegati degli organismi internazionali, sono deserte. Abby sta facendo jogging, quando all’improvviso assiste all’omicidio di una donna, gettata giù dal quarto piano di un edificio. Più tardi scoprirà che si tratta di una pakistana. Questo terribile evento cambierà per sempre la sua vita. Seguendo le tracce di un bracciale indossato dalla vittima, Abby scoprirà una storia sconvolgente, che la porterà fino in Pakistan… Ma quando, insieme al suo amico Nick Sinclair, reporter del «New York Times», deciderà di informare la stampa, scoprirà che la sua è una verità troppo scomoda: troppi interessi sono in gioco ed è in pericolo la sua stessa vita.Da una scrittrice di talento che da sempre presta la sua voce agli ultimi del mondo, un grande romanzo su un fenomeno terribile e molto diffuso: la tratta di esseri umani, di cui sono vittime soprattutto le donne, aiutate a emigrare dai propri Paesi d’origine per essere sfruttate nel mercato del sesso a pagamento.

“La pakistana” di Roberta Gately. Dal 21 febbraio in libreria. Newton Compton editori.

 

È l’estate del 1914. L’Europa sta correndo con sciagurata determinazione verso una guerra disastrosa, eppure per Grace Winter l’avvenire appare ricco di promesse. Insieme al suo ricco marito si è imbarcata alla volta di New York, dove spera di farsi accettare dalla suocera, donna altera che si era dimostrata poco propensa a quel matrimonio. Ma in seguito a una misteriosa esplosione, la nave su cui viaggia la coppia affonda. All’ultimo momento, quando la fine sembra ormai inevitabile, un membro dell’equipaggio trova un posto a Grace su una scialuppa già sovraccarica. Alla deriva in condizioni climatiche ostili, la giovane e i suoi compagni di sventura sono ben presto costretti a fare una scelta di campo tra John Hardie, un vecchio lupo di mare feroce che ha assunto il comando dell’imbarcazione, e Ursula Grant, enigmatica passeggera che contesta la sua autorità. Le tre settimane che seguono il naufragio trascorreranno così, fra paura, intrighi e rari momenti di conforto, rimettendo in dubbio le più intime convinzioni di ognuno riguardo alla giustizia, all’umanità… e a Dio. Salvata, Grace finirà però sotto processo con accuse infamanti. Non sapendo esattamente cosa pensare della loro cliente, i suoi avvocati le suggeriscono di stendere un memoriale in cui raccontare l’intera vicenda. Il risultato è una narrazione che toglie il fiato e solleva domande inquietanti sui limiti della morale di fronte alla morte, restituendoci nel contempo il ritratto di una donna complessa ed indimenticabile tanto quanto gli avvenimenti che descrive.

“Nel cuore del mare” di Charlotte Rogan. Dal 19 febbraio in libreria. Dalai editore.

 

Un uomo vive in perfetta solitudine, lontano da tutto, tra i boschi, in un vecchio borgo deserto e abbandonato. Ma un mistero turba il suo ritiro. Ogni notte, sempre alla stessa ora, su un tratto pianeggiante del crinale di fronte alla sua finestra, si accende una lucina. Cosa sarà? Un altro inquilino solitario di un paese disabitato? Un lampione dimenticato che si accende per qualche contatto elettrico? Un UFO, come crede un ragazzo del paese più vicino? Un giorno l’uomo si spinge fino al punto da cui proviene la luce e trova un bambino che vive solo e sembra uscito da un’altra epoca o davvero da un altro pianeta. Nuove domande affollano la testa dell’uomo, è un bambino vero? Un’allucinazione? Un fantasma? In un dialogo continuo con gli esseri che popolano i boschi, cani, alberi, insetti, rondini, Moresco riflette sulla solitudine e il dolore dell’esistenza, ma anche sulla solidarietà tra le creature che lega uomini e animali, vivi e morti. Un libro intenso, commovente e profondo, destinato a lasciare un segno nell’anima dei lettori.

“La lucina” di Antonio Moresco. Dal 19 febbraio in libreria. Arnoldo Mondadori editore.

 

Neve, nata in Molise, nel paese che non c’è, vive da dieci anni a Roma dove ha fatto mille mestieri e vissuto in altrettante stanze. È un’eroina romantica dei nostri tempi, cresciuta sì con le favole di sempre, ma per fortuna rivisitate dalla madre, in cui dopo il “vissero felici e contenti” le principesse imparano a correre sul cavallo bianco da sole. Lei però ancora non sa farlo e, in preda a una disperata dipendenza affettiva dal suo ex fidanzato, per colmare il vuoto che sente dentro compra on line mobili scontatissimi per la casa che non può nemmeno sperare di affittare e fa lunghi viaggi a bordo della sua “malincomacchina”, ribattezzata così per colpa delle canzoni d’amore che lei canta a squarciagola mentre guida… Ma in Molise, dove Neve è costretta a tornare per la morte del nonno, la attende una sorpresa destinata a cambiare tutto: il vecchio adorato e taccagno ha messo tutti i suoi risparmi su un libretto postale intestato a lei sola, aperto il giorno della sua nascita. Ora può comprarsi la casetta che ha sempre desiderato: ma questo è solo il primo di molti, moltissimi colpi di scena… 45 metri quadri racconta con delicatezza e irresistibile ironia la precarietà di una generazione, la forza di un tetto sopra la testa e la necessità di rinascere, ogni giorno.

“45 metri quadri” di Sara Lorenzini. Dal 19 febbraio in libreria. Arnoldo Mondadori editore.

 

È una fredda sera di marzo del 1861 a New York, e la Guerra Civile è alle porte. I Rappaport sono riuniti a tavola per il seder di Pasqua. Marcus, il capofamiglia, ha appena accettato la proposta di David Jonas, suo socio in affari: la diciassettenne Emma Jonas, affetta da ritardo mentale, sposerà il diciottenne Jacob Rappaport. Ma la notte prima del matrimonio il giovane fugge di casa e si arruola nelle forze dell’Unione. Non passa molto tempo e a Jacob si presenta un’irrinunciabile opportunità di carriera: deve recarsi a New Orleans e, spacciandosi per un fuggiasco, uccidere lo zio che sta progettando un attentato al presidente Lincoln. Il successo dell’operazione porta nuove missioni, nuovi pericoli. Jacob dovrà andare in Virginia e sposare una bellissima spia confederata, Eugenia Levy, appartenente a una famiglia sudista legata ai Rappaport da ragioni d’affari. In un paese spaccato tra Nord e Sud, teatro della più lunga e sanguinaria guerra della storia americana, si consuma per Jacob un cruento crimine di coscienza: in balia della menzogna e divorato da un costante bisogno di approvazione, Jacob è incapace di scegliere il proprio futuro e di comprendere che la vita non «dipende interamente dal capriccio di qualcun altro».

“Tutte le altre sere” di Dara Horn. Dal 21 febbraio in libreria. 66thand2nd editore.

 

Romily lavora come autrice di musiche per la pubblicità e nel weekend si esibisce con una band ai matrimoni. Pochi giorni prima di Natale, dopo essersi lanciata in una disastrosa dichiarazione d’amore al suo migliore amico, incontra un affascinante sconosciuto tra le bancarelle del mercatino di Birmingham. Tutto accade in un attimo: i loro occhi si incrociano e, senza una ragione apparente, i due si scambiano un bacio appassionato. Un minuto dopo, l’uomo scompare e Romily, sopraffatta dall’emozione, non ha neppure il tempo di chiedere il suo nome. I mesi passano, ma per lei è impossibile dimenticare quel bacio. Così, con l’aiuto e il sostegno degli amici, decide di dedicare il suo ventinovesimo anno alla ricerca di chi, con un solo bacio, l’ha stregata. Per poter condividere i suoi pensieri e i suoi sentimenti crea un blog che, con il passare del tempo, ha sempre più successo, così come la sua carriera di cantante. Ma, nonostante le affannose ricerche, l’uomo del bacio sembra essersi dissolto nel nulla. Romily, ormai scoraggiata, ha quasi deciso di abbandonare il sogno di ritrovarlo, ma proprio in occasione di un importante matrimonio, tra la folla intravede l’affascinante sconosciuto, con un abito davvero elegante… Possibile che sia arrivata troppo tardi? I grandi amori non dovrebbero resistere a tutti gli scherzi del destino? O forse la risposta è un’altra e il vero amore è sempre molto più vicino di quanto si creda.

“Iniziò tutto con un bacio” di Miranda Dickinson. Dal 21 febbraio in libreria. Newton Compton editori.

 

 

GIALLI, THRILLER, NOIR

Tre crimini nel giro di poche ore. Prima viene ucciso un professore universitario del Minnesota, Arno Holmstrand, poi un sicario spara a un collaboratore del presidente degli Stati Uniti, infine una bomba esplode nella chiesa di St Mary, a Oxford. Tre crimini avvenuti in luoghi molto distanti tra loro, eppure per Emily Wess, studiosa di Storia antica, sono in qualche modo collegati. Perché, poco prima di morire, Arno Holmstrand le ha rivelato una verità sconcertante: la leggendaria biblioteca di Alessandria non è mai stata distrutta. Esiste ancora oggi e, nel corso dei secoli, è stata costantemente arricchita, fino a conservare tutto lo scibile umano. E, dato che Emily è stata scelta come la nuova Custode, deve trovarla, prima che lo faccia il Consiglio, un gruppo di uomini potenti e senza scrupoli, pronti a tutto pur di mettere le mani sulla biblioteca e sfruttare le sue preziose informazioni per influenzare le sorti del mondo. Dagli Stati Uniti all’Inghilterra, dall’Egitto a Israele, Emily sarà coinvolta in una corsa contro il tempo per raccogliere le labili tracce disseminate dal professore, senza mai sapere di chi potersi fidare. Perché chiunque, amico o nemico, potrebbe essere un membro del Consiglio…

“La setta dei libri perduti” di A.M. Dean. Dal 21 febbraio in libreria. Nord editore.

 

 

FANTASY

Per la seconda volta in un mese, Anita Blake è costretta ad affrontare la sua paura più grande: prendere l’aereo. Ha infatti accettato di accompagnare Jason a trovare il padre, ricoverato in ospedale ad Asheville, nel North Carolina, nonché di «fare la parte» della sua fidanzata: presentando ai genitori la promessa sposa, Jason spera infatti di riconciliarsi con loro, che hanno sempre criticato il suo stile di vita troppo… libero. Per la Sterminatrice è quasi una gita di piacere, se non fosse che, non appena arrivato, Jason viene scambiato per suo cugino Keith, e lui e Anita vengono letteralmente presi d’assalto dalla stampa, convinta di aver sorpreso uno dei politici più conservatori della città con un’amante. Per sfuggire ai paparazzi, i due si rifugiano in albergo, dove però li attende una minaccia ben più grave. Perché in quella stanza, lontana dalla potente influenza di Jean-Claude, Anita è più vulnerabile che mai, e c’è qualcuno deciso ad approfittarne per toglierla di mezzo una volta per tutte…

“Blood noir” di Laurell K. Hamilton. Dal 21 febbraio in libreria. Nord editore.

 

 

SAGGI

Chi erano davvero i romani? Cosa nasconde una civiltà nota prima di tutto per la sua grandezza e il suo splendore? L’immagine dei romani è da sempre ambivalente. Erano conquistatori, ottimi amministratori, valenti giuristi; il loro esercito era invincibile, il loro diritto immortale e universale. Questi meravigliosi traguardi però andavano di pari passo con miseria e violenza, corruzione, immoralità, follia e lussuria. Dietro il candore dei marmi e delle toghe, gli acquedotti, le terme pubbliche, le infrastrutture materiali e amministrative della vita civile, affioravano il brulichio sotterraneo dei disperati, il marciume di una nobiltà decadente e divorata dal vizio, un sistema clientelare che assai di rado premiava il merito. E si tratta di un’ambivalenza che i romani stessi, nella loro letteratura, ci hanno tramandato. Questo libro scava negli aspetti più conturbanti e nascosti della civiltà romana, quelli di cui l’Urbe non poteva certo farsi vanto e che non emergono facilmente dai racconti celebrativi dei condottieri e delle battaglie. Un viaggo alla scoperta delle torbide fondamenta di una civiltà di successo, che ha costruito un impero lungo più di duemila anni, pur contenendo nelle sue stesse fondamenta i germi della propria autodistruzione.

“La vita segreta degli antichi romani” di Enrico Benelli. Dal 21 febbraio in libreria. Newton Compton editori.

 

 

RAGAZZI

Tuffy è pigro, brontolone, allergico alle manifestazioni d’affetto, buffo e divertente. E’ un gatto! Più scaltro del Gatto con gli stivali, più insolente di Garfield, più pasticcione di Gatto Silvestro, più geniale di Doraemon: Tuffy è pronto a fare breccia nei cuori dei lettori di tutte le età. E’ Tuffy a raccontarci le sue avventure e disavventure: ora è alle prese con Ellie e i suoi genitori che fanno sempre una tragedia di tutto quello che combina… soprattutto quando qualche animaletto gli si avvicina troppo. In una girandola di equivoci, Tuffy metterà a dura prova la pazienza della sua famiglia umana.

“Confessioni di un gatto killer” di Anne Fine. Dal 17 febbraio in libreria. Sonda editore.

 

Dopo il grande successo dei Preistotopi, di Vita al College e di Tenebrosa Tenebrax, Geronimo Stilton lancia una nuova, strepitosa collana ambientata nello spazio: I COSMOTOPI

Nella prima avventura, Geronimo si rende conto che l’astronave è a corto di carburante. Dei misteriosi alieni topoidi si offrono di regalarglielo, ma non tutto è quello che sembra: ben presto i misteriosi topi si riveleranno essere parte di Blurgo, un mostruoso alieno informe che vuole conquistare l’universo!

“Minaccia dal pianeta Blurgo” di Geronimo Stilton. Dal 19 febbraio in libreria. Piemme editore

 

Alla ricerca di scorte di formaggio, Geronimo atterra su un pianeta abitato dai flurkoniani, alieni con una lunga proboscide e tre occhi! Lì un enorme vulcano erutta in continuazione… formaggio! Perfetto! Se non fosse che Esmeraldika, l’affascinante (si fa per dire…) regina dei flurkoniani, si è innamorata di Geronimo e vuole a tutti i costi sposarlo…

“Un’aliena per il capitano Stiltonix” di Geronimo Stilton. Dal 19 febbraio in libreria. Piemme editore.

 

 

VARIA

Per creare sintonia e comprensione reciproca con un altro essere vivente, non c ’è niente di più efficace del contatto fisico: prima ancora di definirsi «massaggio», nasce per stabilire un canale di comunicazione, per dare sollievo a un disagio e per esprimere una partecipazione emotiva, una condivisione affettiva. È un messaggio universale valido sia con le altre persone che con i nostri amici animali. Questa guida insegna a tutti coloro che vivono con un cane o con un gatto, ai medici veterinari e a chi lavora a contatto con gli animali, le tecniche più semplici e funzionali per praticare massaggi benefici, con immagini e istruzioni chiare e dettagliate. È inoltre un’occasione per scoprire e conoscere il corpo dei nostri amici a quattro zampe, per arricchire l’affiatamento e l’intesa con loro, per concedere (e concederci) un momento di relax e benessere reciproci.

“Massaggi per cani e gatti” di Chantale Robinson. Dal 17 febbraio in libreria. Sonda editore.

 

Le aspettative di vita continuano ad aumentare e per questo motivo è sempre più importante imparare a preservare le nostre capacità cerebrali. Il cervello, infatti, anche se soggetto ad un processo d’invecchiamento come il resto del nostro corpo, è l’unico organo che è dotato di sistemi di recupero e riparazione. Uno stile di vita sano, in grado di offrirci salute, energia e qualità mentale, ci permetterà di arrivare alla vecchiaia più lucidi e consapevoli, poiché i cambiamenti che avverranno nel nostro cervello dipendono in buona misura da come l’abbiamo trattato in precedenza. La stimolazione cognitiva è una  disciplina che, utilizzando diverse tecniche, sfrutta la capacità di apprendimento, la plasticità e l’adattabilità del cervello allo scopo di ottimizzare le capacità cognitive: percezione, linguaggio, visuo-spazialità, attenzione, ragionamento, funzioni esecutive e memoria. Questo libro è uno strumento giocoso che, attraverso esercizi illustrati, metodi e strategie semplici da applicare, ci permette e rafforzare la memoria ad ogni età.

“Breve corso di ginnastica per la memoria” di Àngels Navarro. Dal 21 febbraio in libreria. Vallardi editore.

 

Tra il primo ricordo e il primo bacio: la memoria è la mappa del cuore. Nove racconti che si muovono tra il primo ricordo d’infanzia e il primo bacio d’amore, attraverso i “sassolini lucenti” che rimangono incastonati nella memoria quando ci si volge indietro a pensare perché siamo diventati gli adulti che siamo, come Pollicino che cerca le tracce del suo cammino nel bosco. Nove racconti divertenti e malinconici, inframmezzati dai “repertori” di oggetti e situazioni del tempo che è stato: giocattoli, cibi, calciatori, fumetti che hanno accompagnato un’infanzia degli anni Sessanta…

“Il primo amore non si scorda mai, anche volendo” di Roberto Alajmo. Dal 19 febbraio in libreria. Arnoldo Mondadori editore

 

Il Barcellona è una squadra noiosissima. Provate a dirlo ad alta voce: sarete tacciati di blasfemia e guardati come dei folli. Ma ripetendolo e argomentando la vostra antipatia per la squadra più forte, vincente e politicamente corretta del mondo, vi accorgerete lentamente ma inesorabilmente che non siete soli, che c’è chi la pensa come voi. Con ironia Dalai costruisce una provocazione solo apparentemente gratuita e rifiuta i luoghi comuni sulla superiorità etica della squadra catalana e del suo microcosmo. Colpisce il bersaglio e dimostra che il Barcellona è insopportabile, a partire dal suo motto megalomane “più che un club”, passando per il suo gioco estenuante e onanistico, per arrivare ai suoi tifosi-fanatici che aderiscono al “pensiero unico” blaugrana. Dalai mette in guardia contro i rischi del “pensiero unico”, con buoni argomenti, una galleria dei più grandi nemici del Barcellona (da Mourinho a Ibrahimovic) e molto altro, sempre e comunque nel rispetto della massima secondo cui il calcio è una cosa grave, ma non seria.  

“Contro il Tiqui Taca” di Michele Dalai. Dal 19 febbraio in libreria. Arnoldo Mondadori editore.

 

Queste pagine narrano la storia quotidianamente e banalmente vera di Tommy, un simpatico e riccioluto adolescente autistico. E del suo straordinario rapporto con il padre, Gianluca Nicoletti. Di un bambino che a tre anni era tanto buono e silenzioso – forse persino troppo – e di suo padre che, quando un neuropsichiatra sentenziò: «Suo figlio è attratto più dagli oggetti che dalle persone», non trovò tutto ciò affatto strano. (In fondo, era stato così anche per lui: aveva cominciato a parlare tardissimo e ora si guadagnava da vivere proprio parlando; quindi, prima o poi, pure Tommy avrebbe iniziato a farsi sentire.) In seguito, con l’arrivo dell’adolescenza, le cose in famiglia improvvisamente cambiarono: quel bambino taciturno diventa un gigante con i peli, forzuto, talvolta aggressivo, spesso incontrollabile, e Gianluca, chiamato in causa dalla moglie sconfortata, si scopre – suo malgrado – un genitore felicemente indispensabile. E allora ecco il racconto dolceamaro, sempre franco e disincantato, di un piccolo universo quotidiano, fatto di gite in tandem su e giù per Roma, di meno piacevoli visite negli uffici della Asl per ottenere un permesso di parcheggio per disabili irragionevolmente negato, di acrobatiche organizzazioni famigliari per conciliare lavoro-scuola-terapie-svago, e poi di risse verbali per un posto a sedere in autobus, di quesiti su come gestire la nascente sessualità di Tommy e su come affrontare «un domani» il suo futuro. Perché l’autismo – di cui si sa ancora pochissimo – non è un disturbo infantile: dall’autismo non «si guarisce». Un  memoir ironico e commovente, talvolta struggente, spesso allegro, e insieme un libro-verità che racconta con grande coraggio una patologia, troppo spesso rappresentata in modo fantasioso e iperbolico, oggi diffusissima. E, cosa che non molti sanno, una vera e propria emergenza sociale, la prima causa di handicap in Italia.

“Una notte ho sognato che parlavi” di Gianluca Nicoletti. Dal 19 febbraio in libreria. Arnoldo Mondadori editore.

 

Dalla stessa autrice di “Riempiamo questo libro d’arte” e nella stessa serie di “Il mio meraviglioso mondo della moda”, tantissimi modi diversi e sorprendenti per realizzare immagini solo con le impronte. Crea uccelli, leoni e renne a “forma di mano”; inventa strane creature combinando impronte digitali e schizzi di pittura; impara l’arte dello stencil con le dita o crea la tua galleria di alieni e mostri. Da fiori e api di dinosauri e scheletri – intingi le dita nell’inchiostro e lascia che il divertimento prenda il largo! Un libro pieno di idee per far esplodere l’immaginazione creativa di artisti di tutte le età.

“Riempiamo questo libro di impronte” di Marion Deuchars. Dal 21 febbraio in libreria. Magazzini Salani editore.

 

Wimbledon. Campo centrale. Una folla sugli spalti. Manca poco, ormai. Un’intera vita sta per compiersi in un pomeriggio d’estate, mentre una nuova pagina della storia del tennis è sul punto di essere scritta. Mara è una tennista tra le più talentuose del panorama internazionale, a un passo dal sogno per cui ha lottato fin da piccola: giocare sul campo centrale di Wimbledon. «Non ti avrei mai delusa e su quel campo ci sarei arrivata prima o poi». Parole cariche di speranza, pronunciate da una bambina che sarebbe diventata una donna forte, una campionessa capace di accettare le sue fragilità, senza mai arrendersi. Vincendo sul campo e, un giorno, nella vita vera. La promessa fatta fra le braccia della mamma la porterà a diventare un’atleta vincente e combattiva, anche a causa di una malformazione ai piedi, che fin dagli albori della carriera era stata per lei il vero avversario da battere, partita dopo partita. Dolori acuti, lancinanti, che a volte la gettano a terra, e che tuttavia non spengono in lei la voglia di lottare per raggiungere il suo sogno e mantenere l’antica promessa. Finché un giorno, all’improvviso, un infortunio stronca per sempre la sua inarrestabile ascesa sportiva. La racchetta non sarà più il cuore pulsante delle sue emozioni. Dopo una notte di veglia e preghiere, di lacrime e pensieri, una luce le rapisce il cuore e, sulla Collina delle Apparizioni di Medjugorje, ritrova la forza di rialzarsi. Mara rinasce fra le braccia di Maria, nella gioia della fede.

“Te lo prometto” di Mara Santangelo. Dal 19 febbraio in libreria. Piemme editore.

0

Ti potrebbero interessare...

  • http://crazyaboutfiction.blogspot.it Simone

    È sempre un piacere visitare il vostro sito! Grazie per i consigli!

Login

Lost your password?