Cinquant’anni vissuti diabolikamente

Cinquant’anni e non sentirli”, è proprio il caso di dirlo. Stesso fisico atletico, stesso sguardo magnetico, stessa attrazione per il crimine, il fascino dell’antieroe Diabolik è rimasto immutato dal lontano 1962, quando le due sorelle, Angela e Luciana Giussani, con il loro straordinario genio creativo ed un incredibile fiuto per gli affari, davano vita ad uno dei più grandi personaggi dei fumetti di tutti i tempi.

La storica Casa Editrice Astorina, con sede nella milanesissima Piazza Cadorna, di fronte alla stazione delle Ferrovie Nord, nasceva proprio in quegli anni e narra una leggenda di redazione che, proprio osservando i pendolari dell’hinterland milanese in transito per quella stazione, Angela Giussani abbia progettato un fumetto “tascabile, rivolto a un pubblico adulto, con un tempo di lettura pari a quello degli spostamenti quotidiani di un lavoratore medio”. Idea assolutamente vincente per una città che andava e va sempre di corsa. Diabolik deve quindi molto alla sua Milano, ecco perché la mostra itinerante CINQUANT’ANNI VISSUTI DIABOLIKAMENTE a lui dedicata, torna proprio da dove era partita e trova, dopo aver girato gran parte dell’Italia, nuova gradita ospitalità, dal 10 al 21 novembre, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci Padiglione Olona – Via Olona, 6 – Milano.

Tra cimeli, teche, memorabilia, immagini, filmati, disegni tradizionali e innovativi totem touch screen le avventure criminali Del Re del Terrore torneranno a vivere e, per gli appassionati del genere e gli amanti della sperimentazione, non mancheranno le novità. La Casa Editrice Astorina, in occasione del Festival Internazionale del Fumetto Lucca Comics and Games, presenterà, infatti, il volume “DK – Work in progress” (disponibile da novembre 2012), un work in progress appunto sull’amata figura di Diabolik. Un Diabolik molto diverso dal tradizionale, ispirato ai fumetti americani e con una logica ed uno stile narrativo molto differenti da quelli “storici”, ma che non mancherà di stuzzicare anche i palati dei lettori sopraffini, offrendo forse possibili sviluppi per quella che potrebbe essere una vera e propria nuova linea editoriale.

 

 

 

 

0

Ti potrebbero interessare...

Login