“Masterpiece”: nuovo talent Rai per aspiranti scrittori

“Vedrete, racconteremo un’Italia che non si racconta mai. Una rete contemporanea come la nostra non poteva non considerare il linguaggio dei talent: però Raitre vuole anche essere la rete dei libri e della cultura. Dunque proviamoci: queste le parole del direttore Andrea Vianello. Debutta domenica 17 novembre su Raitre “Masterpiece”, il primo talent al mondo dedicato agli autori di romanzi. Non è un format acquistato, ma inventato in Italia. Si registra nel Centro Rai di Torino; è prodotto da Fremantle e gli autori sono Omar Bouriki, Tommaso Marazza, Giovanni Robertini, Michele Truglio, Edoardo Camurri; capostruttura è Annamaria Catricalà.  

Le prime sei puntate andranno in seconda serata. Poi, dopo una pausa, nel 2014 si ricomincia in prima serata. Il vincitore godrà della pubblicazione del suo romanzo, editore Bompiani, in centomila copie. “È quindi ovvio che noi privilegiamo la scrittura, non il personaggio”, dice Giancarlo De Cataldo, uno dei giudici, insieme ad Andrea De Carlo e Taiye Selasi.  

Sono arrivati 5000 lavori. Questo fatto, secondo De Carlo, “Per svincolarsi dalla realtà, per capire le cose, per andare in un’altra dimensione. Sono contento di partecipare: troppo spesso sulla letteratura si fanno battaglie di retroguardia”. De Cataldo continua Speriamo che alla fame di scrittura si aggiunga la fame di lettura. Contrariamente al solito, hanno partecipato più uomini che donne. Forse le donne, se brave, già pubblicano”. Per quanto riguarda i generi, “Gran quantità di fantasy, pochi gialli, pochi soft, molta autoreferenzialità”.

Lo studio sarà a Torino. Dice il direttore, Pietro Grignani “È fondamentale riutilizzare gli spazi dei Centri di produzione. Questo è un investimento, certo, Torino è sempre all’avanguardia tecnologica. Qui è tutto digitalizzato”. Lo studio di “Masterpiece” è grande 560 metri, è circolare. Era un vecchio magazzino di scenografie, adesso è il luogo dove 70 persone si sfidano a chi scrive meglio. Scrivono al computer e uno schermo trasmette immediatamente i test. I giurati stanno in una stanza sopraelevata a guardarli, in altri momenti li fronteggiano. Ogni puntata ha un ospite speciale. Per il debutto tocca a Elisabetta Sgarbi, direttore editoriale Bompiani; poi arriveranno Walter Siti, Silvia Avallone e tanti altri. L’ospite accompagnerà i finalisti sull’ascensore della Mole Antonelliana: nel tempo di una salita, il concorrente dovrà raccontare il proprio romanzo. 

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?