Lottery boy – Michael Byrne

Titolo: Lottery boy
Autore: Michael Byrne
Data di pubbl.: 2017
Casa Editrice: Salani editore
Genere: Thriller per ragazzi
Traduttore: Isabella Zani
Pagine: 272
Prezzo: 15,90

La vita non è stata clemente con Bully. A neanche 13 anni, in seguito alla morte della madre per cancro, il ragazzino è scappato di casa. Phil, il compagno della madre, non gli è mai piaciuto: meglio dormire per strada, insieme alla fedelissima cagnolina Jack, che abitare in casa sua. I due “soci” sono inseparabili, e passano le giornate a mendicare e cercare qualche avanzo nei cassonetti, ma senza mai perdersi d’animo. Il ragazzo ha una forza interiore eccezionale, e una visione del mondo tutta sua: cosa ne sanno gli zombie – ovvero i londinesi schiavi del lavoro e delle regole – della bellezza della vita del vagabondo, senza nessuno che ti dica come devi passare le tue giornate? L’unico intralcio sono le persone cattive come Janks, un ladro che impiega i soldi che ruba agli altri barboni nei combattimenti dei cani. Un giorno, dopo essere stato derubato proprio da lui, Bully sente l’impulso di riaprire il biglietto sonoro che gli ha regalato la mamma poco prima di morire, come fa sempre nei momenti di sconforto. Questa volta, però, nel richiuderlo fa uno strano rumore, come se ci fosse qualcosa che bloccasse la batteria. Il ragazzo ispeziona il tondo della batteria e trova uno scontrino. Anzi no, è un biglietto della lotteria. Chissà se vale qualcosa. Bully capisce che non ha niente da perdere, ed entra in un chiosco, dove gli comunicano che non solo ha vinto, ma che la somma è talmente grande da non essere visualizzabile dal computer del negozio. Per sapere quanto ha vinto e ritirare il premio, il ragazzo deve presentarsi alla sede della lotteria, dall’altra parte di Londra. L’unico problema: deve farlo entro cinque giorni, visto che il biglietto sta per scadere.

Superato lo shock, per il piccolo vagabondo ha inizio una corsa adrenalinica contro il tempo e contro nemici che sembrano prevedere ogni sua mossa, tra cui Janks e i suoi scagnozzi. Bully si scontrerà con un problema dopo l’altro, in un crescendo di intralci ed emozioni, non senza qualche piacevole sorpresa.

Che libro! L’autore inglese Michael Byrne ha dato vita a un thriller di quelli che ti mozzano il fiato. Il susseguirsi di eventi non impedisce un costante sviluppo dei personaggi, e non ci si annoia un solo istante. Consigliatissimo per gli amanti del genere a partire dai 12 anni.

2

Nata a Lugano (Svizzera) nel 1991, ho scoperto a sei anni che leggere fiabe era la cosa più bella del mondo. Laureandomi in “Children’s Literature” a Londra, ho trovato la scusa perfetta per continuare a farlo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?