L’invasione delle tenebre – Glenn Cooper

Titolo: L'invasione delle tenebre
Autore: Cooper Glenn
Data di pubbl.: 2015
Casa Editrice: Casa Editrice Nord
Genere: thriller horror
Traduttore: Monica Bottini
Pagine: 476
Prezzo: 19.90

La città di Londra è ancora sconvolta dal Caos. I portali sono stati aperti e il nostro pianeta è entrato in contatto con una sorta di dimensione parallela, chiamata Inferno, dove però sono effettivamente reclusi tutti coloro che, in vita, presero una strada violenta. Approfittando di questa possibilità, molti di questi demoni in forma umana, si riversano a centinaia tra le strade della City, distruggendo e massacrando chiunque si trovi sul loro cammino. Sembra impossibile per chiunque provare ad arrestare il continuo arrivo dei dannati quando la situazione, già critica di per sé, si aggrava. I flussi che legano il nostro mondo con quello infernale sono sempre più instabili e non solo sempre più dannati arrivano nel nostro mondo, ma addirittura molte persone iniziano a scomparire dal nostro per finire nel loro.

La situazione sta diventando sempre più insostenibile e solo due persone possono bloccare questa immensa catastrofe. John Camp e Emily Loughty sanno che il solo modo per fermare tutto ciò è quello di bloccare i flussi e riportarli alla normalità. Ma il solo a conoscere il modo per bloccare i flussi è la stessa persona che li ha aperti. Ma il problema è che Paul Loomis, ex capo di Emily, è morto e si trova nelle profondità del mondo infernale. Ma se Emily e John non lo troveranno, sarà la fine dell’umanità come l’abbiamo conosciuta fino ad ora.

“Questa faccenda è un casino colossale” spiegò John. “sono stato laggiù per due volte, e i posti più merdosi della Terra in confronto sembrano il paradiso. Ci trovi tutta la feccia del mondo e i più grandi stronzi dall’iniziò dei tempi fino ad oggi, raggruppati in una sorta di villaggi, paesi e città medievali. Da un punto di vista geografico sembra la Terra, ma le somiglianze iniziano e finiscono qui. Se, quando muori, finisci lì, poi ci resti per sempre. La gente che popola quel mondo è in grado di sentire il dolore fisico ma non di morire.” (John, pag. 121)

Per prima cosa mi tocca avvertirvi. Molte saghe possono essere iniziate da un libro a caso (anche se poi è meglio ricostruire la storia seguendo l’ordine cronologico dei libri) in quanto ogni libro è autoconcludente. In questo caso se non avete letto i primi due volumi vi troverete in seria difficoltà a capire cosa stia succedendo. Quindi, prima di leggere questo, vi consiglio di recuperarvi i primi due libri e dargli un’occhiata, ne vale la pena.
Terzo e ultimo capitolo della inquietantissima, quando affascinante trilogia, L’invasione delle Tenebre, ben regge il confronto con i precedenti capitoli della saga già usciti.
Mentre osserviamo il mondo che lentamente viene trascinato nella violenza più oscura e selvaggia (scene in grado di far accapponare la pelle anche ai più navigati lettori di libri dell’orrore) Cooper si diverte alle nostre spalle rendendo le cose ancora piu difficili per i suoi personaggi.
Ho trovato magnifica l’idea di riproporre un incontro tra re Enrico VIII, lo sterminatore di spose, con una regina inglese (forse l’attuale?) e assistere allo scambio di opinioni e all’interessamento che questi due regnanti hanno tra di loro. L’idea di un mondo infernale, simile al nostro, ma eterno e cristallizzato, mi ha lasciato molto sorpreso e terribilmente angosciato.
Un libro inquietante e affascinante nello stesso tempo. Degna conclusione per una trilogia davvero spettacolare.

0

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?