L’ElzeMìro – Lettere alla dr.ssa Dedgyakéli*- Lettera tredicesima, aprile s.d., Kaballe und Litter (1)

larger

          George C. Tooker (1920-2011) Un ballo en Maschera,1983, litografia, RoGallery

Tùtto nel mònndoè guerra2

Me particella, elementare del tipo Furibondóne che gira che gira, a non far danni, confinata nel ciclotrèno3. Chiamarìlle donc comme il faut le particole; me non sono da meno, meno; avrete notato Madame Docteur4, un aggettivo, prenda grande, con qualsiasi nome, uèla, di colpo magia, da un ominincùlus un ciclope a sei occhi, sei bocche, sei deretani. È quel grande che fa grande il Chiuchiùnque di successo, delinquente, gagneur, gagneuse5. Mirabile. Uhmani, come se la pensano, grandi cose, canzonette, cipolle, patate e carri armati; una conquista, ah bella conquista campestre, il suolo, la testa contraria, bon…. (illeggibile, forse bonbardon n.d.r.) balle libere, affermare afferrare possedere; adamo damo del suo vocabolario di magie, voglio posso comando, tu se’ la scimmia, tu’l scarabeo, ’o scarrafóne, la calatràva, me; ma me, me ne fotto della Caballa per giustificare i nominativi, gli ablativi e le ablazioni; metti libertà, la loro, di farti fuori; dominare nel nome di un nome.

Pacifisti, cara Doktorinna magari anche lei, fregnoni; in pace pacifici mai, pacifisti bandierina, dona la tua quattro per quattro, vivere per correre; bosco, fiume, campagna, deserto mica lo guardano, espressione geografica, importante è correrci per ‘ndringhetendrà, brumbrùm la conquista del Waste. Da un parcheggio all’altro; auto mobile, eccola la natura dell’umano, macchine a idrocarburi; scoregge insomma e pubblicità. Dio ha creato gli insetti, per creare la Monsanto. Guerra. A pensarci adesso, la so l’unica cosa che avrei fatto bene, volentieri e controvoglia; carriera militare fino ad estinzione, sottotenente potevo firmare, si diceva ai tempi; non capivo bene allora, non ancora intrenàto rinunciai per la bella vita civile. Guerra. Finché c’è fiato e poi finire…. sparagli piero sparagli ora e se c’hai tempo sparagli ancora6;…. mica feriti, bang zing agh al primo colpo; guerra, è questa la bella, come una tigre o una farfalla, la bella senza scampo che mi manca. Atena regge la lancia e la punta trapassa armatura, elmo, gola testa tutto in uno. Tempo di un urlo7. Morto mentre muori. Poi arimortis, alè uomini al campo, ciccia baciccia salsiccia. Il paradosso è che amano da sempre ma travestono la guerra in lotto di sopravvivenza; ci vanno per salvarsi, tutt’un catafrignàrsi. Merely dishonest. À la gare, comme à la guerre8. Carri armati flamboyants, uomini, patate, cipolle, da svenire la decomposizione; kerosène, inni. Omero-Iliade II/1…. Ai Troiani sovrasta la morte da Zeus. Utilità dei roghi. Flak.

Schermata 2017-05-09 alle 10.57.25

1 Parodia di un titolo di Friedrich. Schiller( 1759-1805) Kabale un Liebe ( Intrigo e amore 1783). Kaballe o caballe è ricorsivo nell’Ignoto; qui Litter, ing. scarto, in luogo di Liebe, amore. Verosimilmente, l’allusione a Schiller prosegue nella lettera, laddove l’Ignoto cita la libertà, e la guerra, temi questo cari al poeta /filosofo tedesco.

2. cfr.in Giuseppe Verdi. Allusione, chiarita dalla scrittura cantata, alla grande fuga finale (non pare un caso) dal – Falstaff - Tutto nel mondo è burla https://www.youtube.com/watch?v=yx2zJMN4uEo

3 da ciclotróne, acceleratore di particelle. Il confinamento è  l’applicazione di opportuni campi magnetici alla particelle veloci per impedire che si spingano contro le pareti del c

4 Allusione alla famosa quanto mai identificata spia tedesca della prima guerra mondiale, detta in codice Mademoiselle Docteur;  di Willhelm Pabst(1885-1967) si veda il film omonimo,1936,  https://www.youtube.com/watch?v=c0s-fKUgs74.

5 francese per vincitore; ma  nella flessione qui anche al femminile, gagneuse sta per battona.  

6 cfr. La guerra di Piero, di Fabrizio de André (1940-1999), parodia del ritornello. cfr. https://www.youtube.com/watch?v=V4dvw_tSsVQ

7 cfr. in Omero – Iliade VI, 1.Citazione puntuale del duello  tra il greco Aiace e il troiano Adamante. Il primo trapassa con la lancia l’altro. Atena sta qui a indicare in generale la presenza degli Dèi nella lotta. Del resto ibidem I/1, Apollo fa strage di Greci con le frecce. Il finale Omerico giustifica il passaggio. 

8 cfr.ivi in Lettera Terza http://www.gliamantideilibri.it/lelzemiro-lettere-alla-dr-ssa-dedgyakeli-lettera-terza-31-gennaio-ai-

BA 10

*vedi in https://wp.me/p1nPRU-14n

 

 

0
Pasquale D'Ascola

D'Ascola Pasquale fa l’insegnante in una autorevole istituzione dello Stato ed è un qui pro quo che, privato da un’anagrafe lombarda dell’apostrofo meridionale, di questa privazione ha fatto il suggello della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; l’intuizione di questa possibilità si è andata configurando a seguito della scoperta di avere troppe origini per adattarsi a una sola che però, riassunta con termine francese, gli assomiglia, déraciné, sradicato, dolente aggettivo ma non tanto da impedirgli di ritrovarsi infine a suo bell’agio tra "monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali", là, tra i confini che meglio definiscono le possibilità di un carattere al limite; a motivo di ciò o, per dirla alla ciò-ran, con la tentazione di esistere, egli scrive; ciò è. Blog https://dascola.me

Ti potrebbero interessare...

  • Biuso

    Hieronymus Bosch che diventa parola. La gloria dell’assurdo, la sua espressione.

    • D’Ascola

      Oh là là, H. Bosch, Hmm hm credo anch’io. La gloria dell’assurdo è evidente. L’ignoto ringrazierebbe. Psq.

Login

Lost your password?