L’amore quando c’era – Chiara Gamberale

Titolo: L'amore quando c'era
Autore: Gamberale Chiara
Data di pubbl.: 2012
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Romanzo
Pagine: 90
Prezzo: 10

 

Un’occasione triste, come la morte di un genitore, spinge Amanda, la ex ragazza di Tommaso, a farsi viva con lui dopo anni di silenzio. Causa di questo periodo di buco, naturalmente, è stata la fine del loro rapporto. Fu lei a lasciarlo senza alcuna spiegazione.

“Un po’ sono morto quando mi ha lasciato Amanda. La vita, però, non ci ha creduto che fossi un po’ morto ed è andata avanti lo stesso senza il mio permesso. Finchè ad un certo punto gliel’ho dato”

Tutto parte quindi con uno scambio di mail, che andrà avanti per un po’, tra i due protagonisti che trasformano quest’incontro virtuale, nell’occasione per raccontarsi e aggiornarsi sullo stato corrente delle loro vite.

“Te lo ricordi quando mi hai insegnato ad usare la frizione? L’insegnante di guida e mio papà ci avevano provato a spiegarmelo, ma niente. Poi sei arrivato tu, mi hai detto metti un piede lì e un altro lì, e tutto mi è sembrato facilissimo. Che sarà la vita rispetto a guidare una macchina?”

Amanda e Tommaso tra ricordi, accuse, spiegazioni e confusione si troveranno a scambiarsi pensieri sull’amore, arma tanto bella quanto micidiale, come lo è stata per il loro rapporto.

“”Ma non credi che io meriti almeno di sapere cosa le è successo?” insistevo io. “Come se sapere fosse mai bastato a qualcuno, fosse mai servito a qualcosa.” lui. “Siamo tutti ignari di almeno un particolare che potrebbe sconvolgerci la vita, vale la pena scoprirlo?””

Il confronto naturalmente genera riflessioni, che suonano quasi come un resoconto e una giustificazione per gli anni trascorsi lontani.

“… Che ci sono momenti, nella vita di tutti, dove niente è al suo posto, dove desideriamo una cosa e ne facciamo un’altra, ma forse no, quella che facciamo è esattamente quella che desideriamo: però ci è impossibile ammetterlo.”

 Chiara Gamberale con intensità travolgente e soave maestria riesce a parlare direttamente al cuore del lettore. Storia toccante ed emozionante, breve ma intensa.

“Magari scoprirà cha a dare un senso alla vita è proprio quello che apparentemente il senso lo toglie.”

In questo romanzo Chiara Gamberale si è davvero superata. E’ uno dei primi libri della neonata collana Mondadori “Libellule”.

0

Acquista subito

Riccardo Barbagallo

Lavoro da qualche anno nell'editoria, mi occupo di comunicazione per editori e autori e sono un digital addicted. Al contrario di altri, non mi posso definire un lettore da sempre, 'La coscienza di Zeno' in prima media è stato un trauma troppo forte da superare per proseguire serenamente la relazione con la lettura. Più avanti ho deciso di leggere un libro per piacere, e non per obbligo, ed è stato lì che ho capito quale sia la vera forza della lettura: la capacità di emozionare. Credo che sia questo il segreto, se così possiamo definirlo. Non ho più smesso.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?