La vita non è un film – Chiara Moscardelli

Titolo: La vita non è un film (ma a volte ci somiglia)
Autore: Moscardelli Chiara
Casa Editrice: Einaudi editore
Genere: Romanzo
Pagine: 368
Prezzo: 18.00 €

Chiara Moscardelli, protagonista del libro e omonima dell’autrice, è una donna indipendente, maldestra almeno quanto ironica e con le idee molto in chiaro su come gira il mondo, in particolare quello delle relazioni amorose: sono sempre meglio i film.
Chiara ha una casa sua, un lavoro fisso in una ditta di cosmetici, un gruppetto di amiche caustiche e caotiche, una fissa per serie tv poliziesche e commedie romantiche, una dose massiccia di lucido sarcasmo.
Chiara non ha: un compagno fisso, un’idea precisa della reale utilità del suo lavoro, né alcuna intenzione di omologarsi al modello di donna che la società sembra suggerire come vincente a livello di rapporti interpersonali.

Che poi, viene da pensare, anche volendo sarebbe difficile. E non tanto perché non corrisponde ai canoni di bellezza che vanno per la maggiore – come lei stessa non dimentica di sottolineare – quanto piuttosto per la determinazione a non rinunciare a dire la sua, a non mostrarsi come quella che non è, a non recitare la parte della donna smorfiosa e un po’ oca, anche quando sembrerebbe essere il modo migliore per attirare le attenzioni di un uomo. Chiara è una donna intelligente e autentica, che fa del proprio carattere la sua arma vincente. Un’arma che ogni tanto, però, sembra sfuggirle di mano, facendole collezionare una serie di piccoli e goffi incidenti: dalla tartina volante che atterra dritta ai piedi dell’uomo che le piace, ai pensieri senza filtro pronunciati per sbaglio ad alta voce. Nonostante le sue disavventure però, Chiara continua a credere nell’happy ending prima dei titoli di coda, ed è intenzionata a trovare il suo, in un modo o nell’altro.

Uno di questi modi è proprio quello che darà una svolta decisiva alla vicenda. Accompagnata da un’amica, Chiara decide di partecipare ad uno speed date, un esperimento che finirà per sconvolgere la routine della protagonista, catapultandola in una storia ancora più avvincente di quelle che normalmente si limita a guardare in tv.
Le minacce di uno stalker, un intrigante ispettore, un serial killer misterioso… Anche il lettore, insieme a Chiara, è catapultato in un vortice di suspance e ironia. Non è un film ma ci somiglia molto. E verrebbe proprio voglia di mettersi a leggere seduti in poltrona ingurgitando nervosamente pop-corn, se non fosse per le mani troppo occupate a scorrere le pagine senza sosta, spinte da una curiosità crescente.

Scandite da citazioni, botta e risposta brillanti e momenti di vera tensione, le scene si sussegono con ritmo ed armonia intrecciando una commedia che dal rosa passa al giallo, dando vita ad un ventaglio di sfumature. Mentre le indagini proseguono trascinandosi dietro il lettore, Chiara Moscardelli (l’autrice, questa volta) dissemina tra gli indizi spunti di riflessione per nulla scontati, che aggiungono uno scintillio delicato al romanzo. L’importanza di prendere delle decisioni, il coraggio di essere sé stessi, la voglia di lottare per la propria felicità: con qualche frase al posto giusto, è quasi senza rendersene conto che il lettore si trova a interrogarsi insieme alla protagonista, con la leggerezza di quando una sensazione non ti viene spiegata, ma fatta provare.

3

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?