La ragazza perfetta – Gilly MacMillan

Titolo: La ragazza perfetta
Autore: Gilly McMillan
Data di pubbl.: 2016
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Genere: Giallo & Thriller
Traduttore: Alessandra Maestrini e Stefania Rega
Pagine: 380
Prezzo: 9,90

Quello che mi terrorizza adesso, a parte il fatto che Chris stia per scoprire la verità su di me, è che mia madre non si comporta mai a quel modo davanti a Chris. Davanti a lui, lei è come la farfalla. Quando è il caso, si posa, le ali chiuse, riservata e composta, paziente, muovendosi quasi impercettibilmente finchè lui non è pronto per vederla spiegare le ali, mostrando quanto è bella; e quel punto è fantastica e apprezzata. Ma solo quando lo vuole lui. E basta. Lei non perde mai e poi mai il controllo. La famiglia della nostra seconda occasione non è così” (p. 141).

Zoe Maisey è una bambina prodigio in un piccolo paesino delle campagne inglesi. A soli 3 anni inizia a suonare il piano, capacità musicale appresa dalla madre, musicista a sua volta, che la accompagnerà passo dopo passo a superare ogni difficoltà. A 14 anni, durante una festa serale con i suoi compagni di scuola, Zoe si trova a bere molto alcool, ma meno di chi ha la patente per portare a casa lei ed una sua amica, e decide di guidare lei l’automobile dell’amico.

Senza patente e con qualche lezione di guida presa dal padre, Zoe, non lucida al volante, sbanda ed esce di strada, provocando la morte di tre suoi coetanei, mentre lei esce illesa dall’incidente. Ovviamente tutta la piccola cittadina è contro di lei (ci si conosce tutti per nome e cognome), è attaccata da tutti sui social network, i suoi genitori si separano, mentre il giudice la dichiara colpevole di omicidio sotto l’effetto di alcool e viene processata a più di un anno di carcere.

Dopo aver scontato la pena, Zoe non è più la stessa, è costretta a cambiar casa, paese, cognome e sua madre si rifà un’altra vita, quella della sua seconda occasione, insieme a lei, al nuovo compagno Chris e suo figlio Lukas. Una sera Zoe e Lukas si esibiscono in una chiesa dove casualmente c’è il padre di una delle vittime dell’incidente di qualche anno prima e dopo poche ore la madre di Zoe verrà ritrovata morta nel suo garage. Come verrà risolto il caso? Come una ragazza perfetta può essere vicina più volte alla parola omicidio?

La ragazza perfetta, arriva come secondo romanzo di Gilly McMillan, dopo 9 giorni, best-seller internazionale (che ho personalmente apprezzato) e la sfida ovviamente non era facile per rimanere sulla cresta dell’onda. Ho trovato questo romanzo meno intenso del primo sia come trama, sia come colpi di scena. La ragazza perfetta è un intreccio di pensieri di diversi personaggi che si affiancano dando al lettore diversi spunti di riflessione sulla vicenda a seconda del personaggio da cui si osserva la scena; questo modo di scrittura rallenta moltissimo il ritmo della trama e molto spesso blocca la scena proprio sul più bello (un po’ come l’effetto di pubblicità durante un film). Ho trovato il finale non scontato, ma poco realistico rispetto a tutto il resto della vicenda, molto verosimile invece.

Abbiamo provato di tutto, per sollevargli lo spirito: un forte sedativo, una terapia, una vacanza, degli hobby, una dieta diversa, l’esercizio fisico e quant’altro. E abbiamo provato ogni tipo di combinazione di quanto citato sopra, ma alla fine niente ha funzionato” (p. 170)

 

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?