Italia – Fabio Massimo Franceschelli

Titolo: Italia
Autore: Fabio Massimo Franceschelli
Data di pubbl.: 2016
Casa Editrice: Del Vecchio editore
Genere: Narrativa
Pagine: 269
Prezzo: 9,90 €

Per Fabio Massimo Franceschelli l’Italia è un’anziana donna che non demorde. Ha il passo claudicante, cade ma riesce sempre a rialzarsi e ha fatto dell’esperienza il proprio bagaglio culturale.

Italia di Franceschelli è un romanzo che gioca con le contraddizioni della nostra epoca. La nostra nazione vuole emanciparsi a modo suo, vuole entrare con le proprie regole nella globalizzazione, si adatta a metà e affida il proprio futuro all’improvvisazione. Alla fine riesce a cavarsela, tira un sospiro di sollievo e si prende gioco dei morti rimasti sul campo di battaglia.

Italia di Franceschelli è un capolavoro. Un libro dal taglio cinematografico in cui ogni dettaglio ci viene mostrato. Nulla è sfuggito all’autore, tutto ci viene descritto con estrema chiarezza.

La storia si svolge in un supermercato del centro sud. Ci sono un direttore legato al potere mafioso locale e un manager italo-francese che sacrifica la vita degli operai sull’altare del profitto. Ci sono diciassette dipendenti che ricevono una lettera di licenziamento e tanti clienti con le loro frustrazioni quotidiane.

La Cattedrale. Così si chiama questo grande centro del consumo dove anche le vite dei personaggi rientrano nelle operazioni di compravendita. Barattano i loro ideali, immaginano rivoluzioni, si sentono spaesati ma anche pronti a rischiare per raggiungere i propri obiettivi.

Gli anziani guardano con ribrezzo i giovani e viceversa. Si accusano a vicenda per la situazione economica e sociale dell’Italia. In mezzo a loro c’è anche un prete che incontra l’amore e fa i conti con i rimorsi di coscienza. Nonostante tutto sa di essere ministro del Dio italiota: permissivo e comodo paravento dietro cui rifugiarsi in caso di momentaneo smarrimento.

Tutto viene descritto con ironia e sarcasmo, in alcuni casi al limite del grottesco. Le parole sono scelte con cura. L’Italia è un pastone di vizi e di virtù, come la sua lingua che si ravviva grazie a quei dialetti che di volgare hanno solo l’etichetta.

È un libro da non perdere, da leggere con attenzione. Italia di Franceschelli non lascia scampo, travolge il lettore. È assurdo, è vero, racconta la nostra nazione. Andrebbe distribuito nelle scuole, andrebbe letto nelle piazze. Questo romanzo è il lato oscuro del nostro inno nazionale.

Dimenticavo, Italia non è passato inosservato alla giuria del Premio Italo Calvino. È l’esordio letterario di un patriota.

0

Acquista subito

Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?