Il Grande Me- Anna Giurickovic Dato

Titolo: Il Grande Me
Autore: Anna Goirickovic Dato
Data di pubbl.: 2020
Casa Editrice: Fazi editore
Genere: Romanzo famigliare
Pagine: 230
Prezzo: 18

Non tutte le storie iniziano dal principio. Anzi, quasi nessuna. Le storie cominciano sempre ad un certo punto della vita. Questa storia però, è davvero strana. Questa storia inizia con la quasi conclusione della vita del suo protagonista, Simone.

Simone ha una malattia incurabile, un tumore che lo sta divorando dall’interno. E, mentre  è in ospedale, viene raggiunto dai suoi tre figli,ormai adulti, che si stringono attorno al padre nel tentativo di confortarlo e di non perdere gli ultimi momenti con lui. Tra di loro spicca Carla che vuole approfittare degli ultimi giorni che restano al padre per poter recuperare il loro rapporto, per non vivere nel rimpianto per offrirgli del conforto. Simone, infatti, appare sempre più piccolo, più spaventato, più indifeso dinnanzi alla morte.

Non è solo il termine ultimo della vita ad annichilire un uomo che, per tutta la sua vita, è stato particolare e forte, ma la strisciante consapevolezza che tutto sta terminando, che tante cose non si possono cambiare, tanti ricordi non si possono annullare e tante strade sbagliate, tanti percorsi lasciati a metà e tanti sogni no vissuti sono ormai perduti. Resta solo la consapevolezza del presente, un presente che si sta facendo sempre più incerto e fumoso. Un presente che, a breve, potrebbe non esistere più.

In questo clima, tutt’altro che facile per il protagonista e per coloro che lo circondano, Simone ripercorre la sua vita e i suoi errori compresi, i suoi sogni e le sue debolezze e un segreto, talmente forte che Simone non vuole portarsi nella tomba.

Leggere il Grande Me non è una esperienza semplice o che si può fare a cuor leggero. È una narrazione intensa, molto intensa ed estremamente struggente. Completamente assente l’elemento patetico o forzato di quegli autori che sperano di commuovere il proprio pubblico con delle descrizioni ad effetto. È una storia incredibilmente semplice, raccontata in modo semplice, talmente semplice da essere estremamente realistica. Mi è capitato di stare accanto a persone che, giunte ormai al termine della loro esistenza, si spengono e attendono. Non si può fare molto per loro anche se si vorrebbe. Non c’è altro che la nostra presenza a confortarli e quanto pesa quella presenza a noi che di tempo ne abbiamo ancora molto. E quanto invece dovrebbe farci riflettere.

Il Grande Me è un libro intimo. Un libro che racconta una “sana tristezza” al suo lettore ovvero dover fare i conti con una esperienza dolorosa che prima o poi ci toccherà tutti. Da questa lettura possiamo imparare molto. Possiamo imparare che le nostre giornate possono cambare. Possiamo riconoscere che non siamo più in grado di vedere negli occhi le persone che soffrono e stare con loro. Possiamo imparare che si può essere migliori.

Soprattutto possiamo riscoprire cosa significa leggere un libro di qualità.

8

Acquista subito

Gabriele Scandolaro

Mi chiamo Gabriele e sono un lettore. Ho iniziato a leggere quando ero molto piccolo, complice una nonna molto speciale che invece delle classiche favole riempiva le mie giornate raccontandomi i capolavori teatrali di Shakespeare e di Manzoni. Erano talmente avvincenti le sue narrazioni che, appena mi è stato possibile, ho iniziato a leggere per conto mio. Ma terminato il mio primo libro ne ho iniziato subito un altro. Poi un altro. Da allora non riesco più a smettere di leggere. Quando non leggo o studio, lavoro come Educatore e suono il violino.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?