Il grande Gorsky – Vesna Goldsworthy

Titolo: Il grande Gorsky
Autore: Goldsworthy Vesna
Casa Editrice: Mondadori editore
Genere: Romanzo
Traduttore: Castagnone M.
Pagine: 162
Prezzo: 16.00 €

Nikolai è un libraio di origine serba che lavora in una piccola libreria indipendente di Londra; conduce una vita tranquilla, almeno fino all’arrivo, nella libreria di Roman Gorsky, un miliardario tra i più potenti della città, che gli affida un insolito incarico: vuole che Nikolai realizzi una sconfinata e ricchissima biblioteca per la nuova villa di Gorsky, in modo che, con essa, possa conquistare Natalia, l’amore della sua vita, ora sposata a un altro uomo.

I richiami di questo romanzo al più celebre capolavoro di Fitzgerald, Il grande Gatsby, sono molto evidenti, come ammette anche la stessa autrice nella postfazione; il tutto è però rivisitato nella chiave più moderna dei giorni nostri, pur mantenendo il fascino tipico degli anni Venti. Nikolai si dedicherà con passione al suo compito, venendo catapultato in un mondo di ricchezze che non gli appartiene, in mezzo a oligarchi russi che hanno tutto quello che possono desiderare, eppure lui non prova mai nessun genere di invidia. «[…] e nonostante non fosse priva di fascino, la ricchezza di Natalia non mi attirava affatto. Era troppo vasta, il tipo di fortuna che ne chiama altra, ma esige il suo spazio ed esercita una sorta di ipoteca sulla vita, al punto di diventare preponderante, trasformandosi in un’attività a tempo pieno».

Un romanzo all’apparenza leggero, ma che riesce a fornirci ampi spunti di riflessione su una grande varietà di temi, dall’amore, capace di resistere anche dopo lunghi anni, alla ricchezza, a volte solo effimera e materiale, fino a fornirci uno sguardo preciso e spregiudicato su un mondo fondato sulle apparenze, il tutto condito da colti riferimenti storici e letterari e una straordinaria capacità dell’autrice di delineare i paesaggi, anche utilizzando pochissime parole.

«”Ci sono cose che è impossibile dimenticare, azioni che non si possono disfare. Non si può mandare indietro l’orologio”… “Si vede che non sei uno scienziato, Nikolai” ribatté scoppiando a ridere. “Certo che si può.”»

1

Acquista subito

Sara Papetti

Anna Vivarelli, scrittrice per bambini, ha dichiarato durante una mia intervista: «Nella vita bisogna darsi una chance, non sai mai quando arriverà il libro che ti farà amare la lettura». Per me è stato così: avevo sei anni e accompagnavo mia mamma, una divoratrice di libri, in biblioteca. Ho accettato su suo consiglio “Gastone ha paura dell’acqua” della serie del “Battello a vapore” e da allora non ho mai smesso di leggere e cercare nuovi generi, nuove ispirazioni. Da appassionata di crime, solo legata ai gialli, soprattutto quelli di Camilla Lackberg, ma non rifiuto mai nessun libro, soprattutto se posso leggerlo in compagnia di un buon dolce.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?