I vostri #libripernondimenticare

Qualche giorno fa abbiamo proposto ai nostri follower, di Twitter e Facebook, di scrivere quali libri siano stati importanti per non dimenticare la tragedia della Shoah. E’ appena passato, infatti, il 27 Gennaio, Giorno della Memoria; una giornata in commemorazione delle vittime del nazismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che, a rischio della propria vita, hanno protetto i perseguitati. L’hashtag che abbiamo lanciato, #libripernondimenticare, ci ha dato l’occasione di riscoprire e, appunto, ricordare, alcuni tra i più bei libri di sempre; famosi e non, ma tutti, comunque, ricchi di significati, emozioni, valori e storie che è importante conoscere e sentir raccontare sempre. Ci sembra giusto, quindi, proporvi una sintesi dei #libripernondimenticare comparsi, in questi giorni, su Twitter.

#libripernondimenticare

  • “Diario (1941-1943)” di Etty Hillesum
  • “Risvegli nel buio” di Shyra Nayman
  • “Un sacchetto di biglie” di Joseph Joffo
  • “il genocidio degli armeni” e “La nazionalizzazione delle masse” perché purtroppo le tragedie sono tante.
  • “la scelta di Sophie” Un capolavoro che speriamo ristampino presto!
  • “Gli ultimi 7 mesi di A Frank”, “La chiave di Sara”, “Il piccolo Adolf non aveva le ciglia”
  • “Il segreto di Mont Brulant” piccolo grande libro su un ragazzo che scuote le coscienze.
  • “Se questo è un uomo” di Primo Levi, “Badenheim 1939” di Appelfeld
  • “A giusta distanza” di Enrico Donaggio e Diego Guzzi
  • “I sommersi e i salvati”, “L’Urss e la Shoah”, “il bambino col pigiama a righe”
  • “Vite indegne di essere vissute” di Marco Paolini
  • “I sommersi e i salvati” di Primo Levi
  • “Dalle tenebre alla gioia” di Magda Hollander
  • “Stelle di cannella” è per i bambini delle medie; semplice e toccante.
  • “Tutto ciò che sono” di Funder e “I figli della libertà” di Levy
  • “Il silenzio dei vivi” di Elisa Springer
  • “Il fumo di Birkenau” Liana Millu. Testimonianze sul lager femminile di Birkenau.
  • “La lingua salvata” di Elias Canetti
  • “Un bambino nei lager” di Jonathan Oberski
  • “Il cuore vigile” di Bruno Bettelheim
  • “Il diario di Anna Frank”, la sua lucidità resta esemplare.
  • “L’amico ritrovato” di Fred Ulhman
  • “Il treno dell’ultima notte” di D. Maraini
  • “Case, amori, universi” di Fosco Maraini
  • “Quando Hitler rubò il coniglio rosa” di J.Kerr
  • “Nudo tra i lupi” di Bruno Apitz
  • “Necropoli” di Boris Pahor
  • “Il cappello di vetro” di Nava Semel
  • “Ero il numero 220543” di Denis Avey
  • “Il giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani
  • “Gli scomparsi” di Daniel Mendelsohn
  • “Il silenzio dei vivi” di Elisa Springer
  • “Ripensare l’Olocausto” di Yehuda Bauer
  • “Le benevole” di Jonathan Littel
  • “La banalità del male” di Hannah Arendt
  • “La notte” di Elie Wiesel
  • “Ravensbrück” di Germaine Tillion
  • “Una bambina e basta” di Lia Levi

Si potrebbe continuare.. sono stati davvero numerosi gli spunti, forniti dai nostri follower, per riflettere, attraverso i libri e le storie che questi raccontano, su questa tragica vicenda, che è importante, però, continuare a ricordare, per fare in modo che in futuro non possa mai più accadere una cosa simile.

Al prossimo hashtag!

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?