Guida astrologica per cuori infranti – Silvia Zucca

Titolo: Guida astrologica per cuori infranti
Autore: Zucca Silvia
Casa Editrice: Casa Editrice Nord
Genere: Romanzo
Pagine: 460
Prezzo: 16,40

“Gli Acquario per definizione sono i bastian contrari dello zodiaco. Tu dici bianco? Sta pur certa che, se anche per lui era bianco fino a un minuto prima, ora dirà nero. Odia omologarsi alla massa. E, con questo doppio carpiato con avvitamento nella sua vita amorosa, Carlo è balzato decisamente fuori dagli schemi. Se poi pensiamo che ha la Luna in Ariete…”.

L’astrologia, oggi più libera di un tempo da tutti quei pregiudizi che la vedono come una pericolosa forma di magia o alla stregua di una pseudoscienza per irretire gli ingenui, sta ritrovando, grazie anche a delle giuste intuizioni narrative, tutta la sua bellezza simbolica che facilmente può renderla il canovaccio di storie avvincenti. Silvia Zucca nella “Guida astrologica per cuori infranti” ,suo romanzo d’esordio brillante e sentimentale, riesce in questa operazione di contaminazione astro-letteraria con spirito goliardico. L’astrologia è protagonista e comparsa, prende in giro e viene presa in giro, guida e svia i personaggi di questo allegro romanzo in rosa.

Alice Bassi, giovane donna che lavora in una piccola emittente televisiva milanese, è perseguitata da una sfortuna amorosa in taluni casi davvero surreale. In un giorno particolarmente storto, quando viene a sapere che la sua piccola azienda rischia il tracollo finanziario con possibili conseguenti licenziamenti, incontra un attore e appassionato astrologo Tio, dei Gemelli. Sarà lui, attraverso questa nuova amicizia che andrà a consolidarsi, a guidarla verso la scoperta di se stessa, almeno da un punto di vista astrologico. Alice, Bilancia indecisa tra uomini vecchi e nuovi, tra un vestito e un altro, tra la tranquillità e la passione, comincerà ad orientare la propria vita, compresa quella sentimentale, seguendo la bussola delle costellazioni. E se da un lato questo la renderà più sicura, dall’altro dovrà pagare pegno al destino già scritto, ma forse anche no,  quando s’innamorerà di Davide l’uomo più sbagliato, da un punto di vista lavorativo e soprattutto astrologico, che potesse incontrare.

L’autrice appassionata di cinema, come la sua protagonista Alice, sceglie per i suoi capitoli titoloni di film cult, ma in salsa zodiacale, tipo: “Il buio oltre l’Ariete”, “Bilance sull’orlo di una crisi di nervi”, o anche l’autentico “La maledizione dello scorpione di giada”. E tra un capitolo e l’altro ci sono simpatici innesti con brevi descrizioni degli uomini tipici dei vari segni, ad uso e consumo delle lettrici più ironiche.

Su questa ruota narrativa, ma anche zodiacale, girano un po’ tutti i personaggi: Andrea, lo scienziato scettico del Toro, Paola, l’amica del cuore, cancerina protettiva, l’ex fidanzato Carlo, Acquario allergico a tutti i legami, e l’altro ex, Giorgio, che essendo dei Gemelli di donne ne ha sempre almeno due.

Indubbio pregio del libro, ed è forse il più importante, è il ritmo, la capacità di tenere alta l’attenzione del lettore perché dietro ogni pagina si nasconde una risposta, una domanda, o un nuovo intreccio che butterà all’aria tutto quello che, fino a quel momento, pensavamo di aver capito. Si vuole proseguire, arrivare alla fine, anche se non è un giallo, per ridere ancora, di più e meglio oppure, chi può dirlo, per commuoversi … inaspettatamente.

 

1

Acquista subito

Elena Cartotto

Curiosa e ironica mi piace andare fuori dai sentieri battuti, nei libri come nella vita. Se dovessi scegliere un titolo per raccontare la mia storia sarebbe sicuramente “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani. Il mio eroe letterario è Sherlock Holmes, l’autore con cui andrei a cena Oscar Wilde e i miei miti storici Gesù di Nazareth e Socrate. Sono un’idealista che ancora si scalda su alcuni temi sociali come dignità umana, libertà, lavoro e giustizia. Le mie passioni sono l’astrologia, la psicologia, il paranormale, la spiritualità e la musica che ci salva da noi stessi, ogni giorno. Per dirla con Vecchioni: “Ho combattuto il cuore dei mulini a vento, insieme ad un vecchio pazzo che si crede me….”.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?