Felici i felici – Yasmina Reza

Titolo: Felici i felici - Yasmina Reza
Autore: Yasmina Reza
Data di pubbl.: 2019
Casa Editrice: Adelphi
Genere: Narrativa
Pagine: 163
Prezzo: € 11,00

Felices los amados y los amantes y los que pueden prescindir del amor.
Felices los felices.

Yasmina Reza ha tratto il titolo del suo romanzo da questa beatitune di Jorge Luis Borges e penso che riassuma perfettamente tutta la storia che viene raccontata in questo libro: felici gli amati e gli amanti e coloro che possono fare a meno dell’amore. Felici i felici.

Un libro che non esprime giudizi, ma racconta realtà quotidiane. Un continuo incatenarsi di flussi di coscienza. Ogni capitolo è concentrato su un personaggio differente, ma tutti sono collegati. La vita matrimoniale di Ernest e Janette è il filo conduttore attorno al quale si dipanano le vite degli altri personaggi: la loro figlia Odile ed il marito Robert, amici e amanti.

Reza, che chiaramente conduce abilmente il suo lavoro di scrittrice, drammaturga, è in grado di cogliere e descrivere al lettore particolari della vita di coppia che noi tutti viviamo ma che non riusciamo ad esprimere a parole. Tutti i personaggi si mettono a nudo uno dopo l’altro, ciascuno svelando i propri segreti. Gira tutto attorno alla ricerca della felicità. Per tutti è complesso ed una volta raggiunta siamo davvero sicuri che è davvero quella la felicità? Come scrive Reza essere felici è un talento, un attitudine.

Non molto tempo fa mio suocero, Ernest Blot, ha detto a nostro figlio di nove anni, ti compro una stilografica nuova, con questa ti macchi le dita. Antoine ha risposto, non ti scomodare, non ho più bisogno di una penna che mi faccia felice. Ecco il segreto, ha detto Ernest, questo bambino l’ha capito, ridurre al minimo le pretese di felicità.

Questo libro ti fa un po’ perdere la speranza nell’esistenza del “vero amore”, ma in generale di una vita serena. Ogni personaggio viene descritto come insoddisfatto, infelice a volte anche angoscioso e nella sua sfiancante ricerca finisce sempre nell’essere in qualche modo egoista e bugiardo per preservare ad esempio una vita di coppia che ormai non esiste più e la si vuole mantenere solo per le apparenze.

Ci congediamo dagli altri con battute idiote, sul pianerottolo ridiamo, ma appena entrati in ascensore cala il gelo. Un giorno bisognerebbe studiarlo, questo particolare silenzio dei viaggi in macchina, della notte, quando si torna a casa dopo aver sfoggiato una serenità ad uso e consumo degli altri, un misto di conformismo ed autoinganno. 

Yasmina Reza descrive le strade differenti dei suoi personaggi, mogli inquiete e mariti traditi, amanti insoddisfatte e uomini cinici, giovani fuori di testa e vecchi abitati dalla morte, facendo attenzione a non scostarsi dalla risoluta lucidità e dal severo pragmatismo di chi prova a descrivere la nudità di ciò che è.

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?