Entra nella mia vita – Clara Sanchez

Autore: Clara Sanchez
Titolo: Entra nella mia vita
Traduttore: Enrica Budetta
Editore: Garzanti
Genere: romanzo
Pagine: 446
Anno di Pubblicazione: 2013
Prezzo: euro 18.60

Ci sono eventi che cambiano il corso delle cose, che fanno sì che una donna attraente e piena di vita si trasformi in una madre ansiosa, sempre triste, eccessivamente magra e un uomo giovane e innamorato si estranei dal dramma di sua moglie e si chiuda nel suo mondo di lavoro, conti in rosso e lattine di birra. Per i loro figli, Veronica e Angel, non esiste un prima e un dopo: quella è la vita che conoscono da quando sono nati. Un giorno però Veronica trova in casa la foto di una bambina e ascolta sua madre pronunciare sottovoce un nome: Laura. Da quel giorno la vita non è più la stessa e tutto ciò che Veronica pensava fosse normale diventa indizio di un passato ingombrante che, a sua insaputa, condiziona da sempre la sua esistenza e quella della sua famiglia.

«Aprì sul tavolo di mogano la cartella dei documenti importanti, la cartella sacra, che divise il mondo in un prima e un dopo, e cambiò i miei genitori da quelli di prima a quelli del segreto.» (p. 12)

Veronica sta diventando una donna, ha finito la scuola e dovrebbe pensare al proprio futuro ma non ci riesce: deve prima ricomporre i pezzi del passato. Così, mentre la situazione familiare precipita e sua madre viene ricoverata in ospedale, la ragazza intraprende la sua ricerca. In mano ha solo un nome, una fotografia e il sospetto che quel volto dai tratti delicati, tanto diversi dai suoi, appartenga ad una sorella mai conosciuta.

Che il sospetto di Veronica sia fondato ce lo conferma fin da subito la struttura stessa del romanzo che nella costruzione dei capitoli alterna il punto di vista della protagonista al punto di vista di Laura. Il focus  dunque, per quanto la tensione narrativa della ricerca di indizi e prove sia sempre alta, si sposta piuttosto sulla caratterizzazione di questi due personaggi femminili, Laura e Veronica, così diversi eppure destinati a incontrarsi.

Entra nella mia vita è la storia di due crescite parallele e speculari che porteranno le due protagoniste a riscrivere il passato e a scegliere liberamente un futuro. E se Veronica, da sempre più decisa e consapevole, dovrà iniziare a dubitare delle sue stesse certezze incrollabili imparando a scegliere le persone di cui fidarsi, d’altra parte Laura, timida e influenzabile, acquisirà la sicurezza della propria identità e delle proprie potenzialità. «Laura, raccogli le tue cose», «Laura, a lavorare!»: sono solo due dei tanti titoli dei capitoli dai quali emerge, nell’uso di un imperativo dispotico e autoritario che non lascia scelte, l’incapacità della ragazza di prendere in mano la propria vita e di ascoltare le proprie esigenze. L’ultimo capitolo a lei dedicato si intitolerà significativamente «Laura sogna», laddove in due parole è espressa chiaramente la conquistata libertà di essere.

Intorno ai due personaggi principali, d’altra parte, ruota un mondo adulto di bugie, manipolazioni, violenza, egoismo. Ma, come sottolinea la stessa autrice in una nota al testo, nonostante la durezza delle tematiche affrontate «questa non è una storia triste: è una storia di vita piena, di lotta, di amore e disamore, di sconfitte e di successi» (p. 446). È anche una storia, aggiungo, che ritrae personaggi vivi, a tutto tondo, ai quali ci si affeziona. È una storia, infine, in cui la quotidianità più concreta si apre ad improvvisi lampi di profondità e in cui l’invisibile talvolta si lascia intravedere dagli occhi più limpidi.

«Mi disse entusiasta che doveva mostrarmi delle lenzuola che aveva comprato a un prezzo stracciato e, mentre la seguivo in casa, mi ricordai di mia madre e mi sentii quasi male per quanto incomprensibile, abissale, dolorosa e allegra è la vita.» (p. 443)

Acquistalo scontato su IBS.it, disponibile anche in ebook!

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?