Eclissi – Ezio Sinigaglia

Titolo: Eclissi
Autore: Ezio Sinigaglia
Data di pubbl.: 2016
Casa Editrice: Nutrimenti
Genere: Narrativa
Pagine: 109
Prezzo: 15 €

La vita è fatta di incontri. In ognuno di essi scambiamo emozioni e sensazioni. Cediamo una parte di noi autentica e immutabile. Eclissi è quindi la storia di un incontro occasionale tra l’architetto triestino, Eugenio Akron, e la vedova americana Clara Wilson. Tutto si svolge in un’isola del nord Europa. Entrambi i protagonisti si trovano lì per assistere a un evento unico: una imponente eclissi solare.

Per poco meno di tre minuti sarà buio sulla terra, ma in loro si riaccenderà la memoria; e proprio guidati dai ricordi, i due protagonisti avranno modo di chiudere i conti con il passato.

I ricordi, a loro dobbiamo tutto! A volte ci guidano, altre volte ci bloccano nelle nostre scelte; per tutta la vita, però, o ci pungono o ci solleticano, facendoci o ridere o piangere. Akron e Wilson sono due persone malinconiche, eppure, vivono questa sensazione in maniera opposta. L’architetto italiano è introverso e riflessivo; la vedova americana è eccentrica e sbarazzina, tendenzialmente ironica. Lui lunare, lei solare… spesso danno luogo all’eclissi totale della spontaneità, nonostante tutto, hanno bisogno l’uno dell’altra. Perché?

Akron ha un enigma da risolvere e riguarda una vecchia amicizia; Wilson ha bisogno di guardare la vita da un altro punto di vista. C’è un altro aspetto importante, tutti e due sono ormai anziani, nel tramonto dell’esistenza; ma il loro ritorno al passato, attraverso la rievocazione dei ricordi, non è un’operazione di mera malinconia, ma di comprensione. Dare un significato al proprio percorso di vita è il senso stesso del nostro passaggio terreno. Essere consapevoli di ciò che si è stati è una preparazione all’eternità… un morire in pace, per risorgere candidamente altrove.

Così, l’eclissi diventa un rito di passaggio: catabasi e anabasi della memoria, sinonimo di redenzione terrena e preparazione al cielo.

Ezio Sinigaglia ci racconta tutto questo attraverso un romanzo ben scritto. Ama unire le lingue e creare le parole; in alcuni frangenti sembra Queneau. Lui è milanese ed è stato apprezzato da Vittorio Sereni, ma è anche stato continuamente rifiutato dal mondo editoriale… misteri della nostra “italietta” culturale, che non mi sorprendono più. Poi leggi questo Eclissi e ti rendi conto che la letteratura non è morta, ma ancora pulsa con passione in coloro che la coltivano con dignità.

Buona lettura.

1

Acquista subito

Martino Ciano

Classe 1982, vive a Tortora, comune della provincia di Cosenza. Promesso ragioniere, lascia la partita doppia per la letteratura, la poesia, la musica e il giornalismo. Si laurea in Scienze Storiche all’Università La Sapienza di Roma. Attualmente è corrispondente per l’emettente televisiva Rete 3 Digiesse. Nel 2011, l’incontro con Gli amanti dei libri, per cui cura la rubrica Amabili letture. Collabora anche con le riviste letterarie Euterpe, Satisfiction e Zona di Disagio di Nicola Vacca. Ama scrivere racconti, alcuni dei quali sono stati pubblicati su siti e riviste on-line. Tra questi, La logica del difetto è nel catalogo dalla Bla - Bookmark Literary Agency di Paolo Melissi. La sua pagina personale facebook è Dispersioni 82. AMABILI LETTURE: I libri che mi piacciono, i classici che mi hanno formato, il profumo delle parole che mi hanno riempito l’anima. Sono un lettore anarchico, che si sposta da un genere all’altro con il solo obiettivo di saziare le mie curiosità. Voglio condividere con voi le mie impressioni sulle opere che mi hanno reso un divoratore di parole. In questo spazio verrà data voce agli esordienti, agli autori dimenticati, ai poeti, ai sognatori, agli irregolari. La letteratura è arte e scrivere d’arte è il mestiere più bello del mondo.

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?