Diobò, che bello! – Marco Simoncelli e Paolo Beltramo

Titolo: Diobò, che bello!
Autore: Beltramo Paolo, Simoncelli Marco
Data di pubbl.: 2011
Casa Editrice: Mondadori editore
Genere: Autobiografia, Biografia
Pagine: 138
Prezzo: 16

Quella brutta domenica del 23 ottobre 2011 ero in un grande magazzino nel reparto elettrodomestici e, davanti a trenta televisori tutti sintonizzati sullo stesso canale, ho visto la foto di Marco Simoncelli e poi il suo maledetto incidente in moto durante il GP della Malesia.

Ho letto il suo libro “Diobò, che bello”, cercando di interpretare, se possibile, la sua morte inspiegabile.

Il libro è narrato in prima persona; brevi paragrafi dove vengono affrontate diverse tematiche, ma in cui ovviamente predomina il tema delle corse in moto.

Marco si racconta; dalle minimoto ad un momento prima di iniziare a correre in MOTOGP. Un viaggio attraverso i circuiti più famosi del mondo, attraverso gli occhi di Marco, le sue impressioni e i suoi ricordi.

Marco è uno che rischia, fin da bambino; innumerevoli sono gli incidenti citati nel libro, fatti con ogni tipo di veicolo. Non ha paura di farsi male e infatti se ne fa e anche tanto!

In pista “dà la vita” per sua stessa ammissione. Crede in quello che fa, è nato per essere pilota e firmare autografi (già lo fa sui banchi di scuola, sui suoi quaderni e su quelli dei compagni). Ha la grinta, la determinazione e la forza del guerriero.

Il libro è ricco di aneddoti che testimoniano il rapporto di amicizia con altri piloti, da Dovizioso a Valentino. E’ un testo che si legge in un soffio, veloce e divertente come un giro in pista. C’è tutta la spontaneità e sincerità di Marco. Nel testo Simoncelli non ha timore di dire cose “scomode”, di criticare chi non gli va bene, chi gli sta antipatico, mettendo nomi e cognomi.

Marco spiega com’è giunto alla sua filosofia di vita che gli permette di Sbattersene I Coglioni. “SIC” appunto.

Il libro è corredato da un album di foto che ritraggono il pilota sia nella vita privata che in quella pubblica.

In appendice c’è un piccolo e utile dizionario per chi non conosce il gergo delle moto.

Il finale del libro è aperto al futuro, ma adesso noi ne conosciamo la fine. Marco Simoncelli è diventato un eroe immortale, proprio sulla pista di Sepang che nel 2008 lo ha incoronato Campione del Mondo nella classe 250.

…per quelli come me la vita e le corse sono un impasto unico, qualcosa che neppure sforzandomi riuscirei a scindere, a dividere totalmente l’una dalle altre”. Pag 62

 

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?