Da parrucchiere a libraio. Dall’amore per i libri all’amore per gli altri.

Sandro Perrone, conosciuto a Miasino come parrucchiere di paese, da qualche anno ha fatto della sua passione una fonte di beneficenza. Perrone ha fatto dell’amore per la lettura, amore per gli altri.

Tutto ha inizio un paio d’anni fa, quando Nicola, fratello di Sandro, torna a casa con una serie di scatoloni colmi di libri destinati alla distruzione. La sensazione di avere a che fare con ricordi di famiglia, con amici conosciuti tramite le pagine, attraverso storie sfogliate e vissute sulle stesse righe di quei volumi, porta Sandro a riflettere sul valore che questi possono ancora avere.

E’ così che il parrucchiere di Miasino prova per la prima volta ad attuare quello che, da tempo, stava meditando: ridare vita ai libri attraverso un mercatino ad offerta libera, con valore simbolico di 1€. La prima esperienza ha inizio con un banchetto improvvisato, su consiglio di un’amica, nell’atrio di un edificio pubblico ad Armeno ed il risultato è totalmente inaspettato. Il flusso di persone è ingente e l’ammontare raggiunge i 1000€.

A partire da questa esperienza Sandro Perrone raccoglie libri in disuso da tutti coloro che hanno intenzione di liberarsene, evitando che li buttino, e crea il suo piccolo magazzino di cui mette in vendita il contenuto ogni qual volta ne sia possibile. L’iniziativa si tramuta fin da subito in un’azione di beneficienza, il ricavato, infatti, è sempre volto al sostenimento di associazioni o scuole e progetti culturali.

L’ondata di coinvolgimento è dilagata in tutti i comuni della zona del Lago d’Orta, che mettono a disposizione spazi – per il banchetto – e libri, per la vendita/riciclo.

Grazie alla prima esperienza Sandro Perrone ha sostenuto un progetto in Africa, dalla seconda ha ricavato 900€ volti alla scuola di Miasino per l’acquisto di materiale didattico; dall’ultima esperienza (pochi giorni fa), incassa 1400€ che dona alla protezione civile del paese.

a/riciclo.

Grazie alla prima esperienza Sandro Perrone ha sostenuto un progetto in Africa, dalla seconda ha ricavato 900€ volti alla scuola di Miasino per l’acquisto di materiale didattico; dall’ultima esperienza (pochi giorni fa), incassa 1400€ che dona alla protezione civile del paese.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?