Da lunedì al via la fiera di Bologna, +2% mercato libri giovani lettori

Aie, 16 marzo 2012

Continua a crescere il settore dell’editoria per ragazzi, forte anche del fatto che i più piccoli continuano a leggere più della media nazionale (pur con qualche ombra). E’ ancora una volta un segno +, secondo i dati dell’Ufficio studi dell’AIE, quello che caratterizza il segmento, che si presenta dal 19 al 22 marzo alla Fiera del Libro per ragazzi di Bologna.
Un mercato che tiene: +2% sull’anno precedente – Il mercato del libro per ragazzi (fino a 14 anni) nei canali trade vale circa 202milioni di euro (202,2 milioni di euro per la precisione) e cresce del 2% rispetto all’anno precedente.
I più piccoli leggono (molto) più della media degli italiani, ma un po’ meno dello scorso anno – Leggono molto più della media nazionale: se in media sono il 45,3% degli italiani a leggere almeno un libro, per la fascia 6-17 anni si arriva al 56.9% (elaborazioni AIE su dati Istat). Molto più della media, anche se sono un po’ meno rispetto al 2010, quando leggevano il 58,4% dei ragazzi della stessa fascia di età.
L’offerta degli editori per ragazzi - Le 197 case editrici che hanno pubblicato libri per bambini (di queste solo 52 ne hanno pubblicati più di 11) hanno immesso sul mercato 2.317 novità (+8%: Fonte: Liber Data base) e distribuito 19,9 milioni di copie. Un valore che è sostanzialmente stabile nel corso degli ultimi cinque anni, con una crescita del 12% nel corso del decennio.

“La lettura tra i bambini e i ragazzi resta dunque un punto di forza in Italia – ha sottolineato Antonio Monaco, responsabile del Gruppo Editori per Ragazzi dell’AIE – Le famiglie più giovani considerano la promozione della lettura verso i propri figli un valore positivo anche in un periodo di crisi dei consumi. E l’offerta degli editori continua a crescere e a differenziarsi per rispondere alle diverse esigenze dei lettori. Operiamo in un tempo difficile, ma abbiamo ancora un futuro”.

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?