Confessioni audaci di un ballerino di liscio – Paola Cereda

Titolo: Confessioni audaci di un ballerino di liscio
Autore: Paola Cereda
Pagine: 201
Prezzo: 16,00

E’ una bellissima storia d’ amore quella tra Frank Saponara e il ballo, il liscio per essere più precisi. Non bisogna trascurare questo dettaglio. Già, perché secondo il Carlin Saponara, padre di frank e fondatore di  Il Sorriso dancing club, la balera più famosa del Polesine, esistono solo due tipi di ballo: il liscio e tutto il resto.

Frank nasce in Veneto, figlio di proprietari di balera che eredita alla morte del padre. Per il cinquantesimo della scuola di ballo viene organizzata una festa a cui partecipa tutta la comunità del paese e soprattutto tutte le donne più importanti del trascorso di Frank: tutto si svolge tra la scuola di liscio e Bottecchio sul Po, paese dove è situata.

Frank ha due grandi amori: il ballo e le donne. Col primo è legato a doppio filo da sempre, mentre con il secondo non riesce ad instaurare un legame solido e duraturo e per questo sua madre, con compassione, lo accuserà di confondere l’ allegria con la tenerezza.

La morte di una persona a lui molto cara che avverrà la stessa sera della festa, la ricerca della verità sulle dinamiche del drammatico evento, un biglietto misterioso trovato da Frank tra le dita della vittima, lo costringerà ad un’analisi della propria vita e a ricercare dentro di sé e delle donne del suo trascorso il motivo dell’ assenza di una figura femminile da amare, senza aver paura della quotidianità. Ad un certo punto si chiederà addirittura: “Chissà che effetto faceva la tenerezza?”.

I personaggi non sono caratterizzati da una descrizione fisica, ma è piuttosto una analisi psicologica e comportamentale, una serie di gesti, movenze e atteggiamenti a renderli unici. A identificare le donne della sua vita, cominciando da sua madre è un profumo, un odore preciso e unico che prende corpo come un’ imponta digitale, per definizione unica e irripetibile. L’autrice si serve dell’ olfatto per caratterizzare un po’ tutti i personaggi, non solo quelli di sesso femminile.

Il presente si intreccia con ricordi passati che aiutano il lettore a dare in un certo senso una giustificazione a comportamenti che di primo acchitto potrebero risultare negativi, restroscena che aiutano a conoscere la personalità di Frank stesso, degli abitanti di Bottecchio sul Po e di chi, non abitandoci, ha intrecciato un rapporto con Frank.

Traspare un amore profondo per le donne non in quanto femmine da amare, ma più nei confronti dell’ universo femminile. Ognuna con la propria fisicità differente da ogni altra, ognuna con le proprie movenze eleganti o meno, ognuna con un proprio odore che dà vita a sensazioni ed emozioni: sono donne che emozionano sempre e comunque, nel bene o nel male.

Consiglio di resistere per una quarantina di pagine, punto in cui il romanzo comincia decisamente ad essere interessante. Fino al capitolo sei infatti si fa un po’ fatica a prendere il ritmo.Un libro adatto a tutti e a tutte le età: non è mai troppo tardi o troppo presto per avvicinarsi al liscio.

0

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?