Carlo Riccardi: 90 anni d’artista, fotografo, uomo.

90 anni di fotografo, artista e, soprattutto, di uomo.

Carlo Riccardi compie oggi il suo novantesimo compleanno e per l’occasione è stata organizzata una cerimonia con brindisi, che si terrà in serata dalle 19.30 presso il Palazzo Santa Chiara, in Piazza di Santa Chaira – Roma.

E’ stato il primo paparazzo in assoluto, il primo di una lunga tradizione che ancora oggi esiste nel nostro Paese. Carlo Riccardi con le sue fotografie ci ha raccontato settant’anni di storia italiana, una storia insolita, non cronologica ma iconica, percorsa attraverso immagini.

E’ stato colui che negli anni della dolce vita è stato per primo chiamato “Paparazzo” mutuandolo da “Pappatacio” moscone, come Amintore Fanfani chiamava Riccardi. Attraverso i suoi scatti ha descritto e accompagnato divi, politici, Papi, ma anche gente comune attraverso oltre mezzo secolo di storia, raccogliendo il tutto in un immenso archivio di oltre quattro milioni di fotografie certificato dal Ministero dei Beni Culturali.

La carriera di Riccardi comincia più di 70 anni fa, quando immortalava le opere di pittori, poi diventati famosi, ospiti del padre presso casa di campagna a Olevano Romano, meta privilegiata di artisti stranieri; saranno proprio questi a spingerlo nell’avvio di una carriera nel settore.

Non solo fotografo, però, il celebre nome italiano è anche un importante artista che con le sue tele riprende tematiche focali volte alla vlorizzazione dell’immenso patrimonio italiano, e della sua bellezza. Godendo anche del patrocinio della Regione Lazio, è stato protagonista di un’iniziativa straordinaria che vede la sua ultima tappa lo scorso agosto: in trent’anni di progetto ha percorso 5mila chilometri per “incravattare” e “fasciare” con maxi tele -lunghe sino a 300 metri – scorci di paesi, paesaggi e monumenti di tutta Italia. L’ultima, appunto, una maxitela 100mt in Piazza del Popolo a Roma, dal titolo “Diamoci una Mano”

0

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?