Avventure dello stampatore Zollinger – Pablo d’Ors

Titolo: Avventure dello stampatore Zollinger
Autore: D'Ors Pablo
Data di pubbl.: 2010
Casa Editrice: Quodlibet
Genere: Romanzo
Traduttore: Marco Stracquadaini
Pagine: 137
Prezzo: 12.50

Le avventure dello stampatore Zollinger è un romanzo suddiviso in sette capitoletti, con un’introduzione  in cui si presentano i personaggi ed un’appendice in cui si indicano per ogni capitolo le parole chiave e rileggendole si ripercorre la storia.

Zollinger, l’ingenuo protagonista, è un giovane uomo d’altri tempi che guarda alla vita con gli occhi di un bambino. Abita in una piccola cittadina austriaca e fino a 27 anni non ha mai svolto un lavoro, neppure la più sporadica attività, ma ha un grande sogno: diventare proprietario di una tipografia. Allora, in cerca del suo destino, Zollinger abbandona il paese natale e per sette lunghissimi anni vaga sperimentando tanti mestieri: fa il casellante della ferrovia e si innamora della voce dell’impiegata che ogni mattina sente al telefono mentre lo avvisa dell’unico treno che passa su quella linea. Qui scopre l’amore e ne nasce una storia appassionata, romantica ed evanescente allo stesso tempo. In seguito sarà soldato, diserterà e nella solitudine dei boschi troverà conforto nella compagnia dei grandi alberi, fino… alla rivelazione: scoprirà se stesso. Infine, attraverso il passaggio da mestieri umili come timbrare le carte in un ufficio comunale dapprima e fare il calzolaio poi, diventerà stampatore, come aveva sognato fin da bambino.

E’un racconto pieno di incanto e semplicità, una piccola grande storia d’amore molto tenera che entra in punta dei piedi nel cuore del lettore, non lo aggredisce, ma lo avvolge con garbo e ingenuità.

Tutti noi abbiamo dei sogni, che magari non riusciamo a realizzare nell’immediato o perché non ci sono gli strumenti o perché il momento non è quello giusto o perché qualcosa o qualcuno ci ostacola. La parabola del giovane Zollinger ci fa capire che vale sempre la pena di tenerli vivi, di non reprimere mai i propri desideri, ma cercare un guizzo di energia anche nelle situazioni più monotone.

Questo libro di un autore ancora poco conosciuto in Italia è la dimostrazione che anche con i buoni sentimenti si possono scrivere delle storie che toccano l’intimo. Pablo d’Ors, nato a Madrid nel 1963 e insegnante di drammaturgia all’Università della capitale spagnola, è già apprezzato dalla critica e con “Le avventure dello stampatore Zollinger” fa il suo ingresso nel panorama editoriale italiano.

Alla fine della lettura ci si accorge di essere stati partecipi di un momento di grande melanconia ma anche di grande felicità e che proprio dalle cose più semplici può nascere la vera Felicità, quella duratura che rende la vita degna di essere vissuta.

“Era felice? Lo era stato quasi sempre, anche se mai come in quell’istante, invaso com’era dalla sensazione di aver raggiunto dopo un lungo cammino la sua vera patria”. (p.129)

1

Acquista subito

Ti potrebbero interessare...

Login

Lost your password?