ASTROTREND D’AUTORE: 5 – 11 ottobre

….. Leggi le previsioni e scopri il segno Bestseller della settimana con il suo autore!

 

SEGNO BESTSELLER DELLA SETTIMANA: VERGINE

COME GEORG WILHELM FRIEDRICH HEGEL: “Tutto ciò che è razionale è reale, e tutto ciò che è reale è razionale”.

 

Georg Wilhelm Friedrich Hegel si considerava il più grande di tutti i filosofi e riteneva che le sue teorie fossero il compimento della filosofia. Nato il 27 agosto 1770 a Stoccarda, la sua tendenza di pensiero fu definita, fin da allora, con l’altisonante nome di “Idealismo” e la sua logica virginiana inesorabile, la sua poetica eloquenza, faranno il resto spingendo gli studenti dell’epoca a scontrarsi fisicamente per poter assistere alle sue lezioni all’Università di Berlino.

Hegel, fortemente razionale e intellettuale come tutti i nati in Vergine, sostituì alla religione la storia, alla morale Hegell’etica dello Stato e fu il primo a constatare le conseguenze della scristianizzazione ormai in corso dell’Europa. Disse che la lettura del giornale quotidiano aveva sostituito le preghiere del mattino e che la morte non aveva più un aspetto umano perché era diventata un fatto naturale che nessuno riferiva più a Dio. La liturgia era stata sostituita dai comportamenti della burocrazia e dal diritto dello Stato gestito da notai, funzionari, poliziotti e giudici, spesso e curiosamente professioni tipicamente virginiane, prendendo il posto di tutte le funzioni religiose. Osservò, e questa fu la sua scoperta filosofica più importante, che la vita funzionava con un ritmo a tre fasi che definì dialettico: ogni situazione portava in sé il germe del suo contrario e da questo scontro nasceva una realtà nuova. Si poteva quindi vedere il passato e prevedere il futuro attraverso l’inesorabile legge della dialettica. Con la celebre affermazione che tutto ciò che è razionale è reale e che tutto ciò che è reale è razionale, che potrebbe essere il motto più calzante per la Vergine,  liquidava i filosofi a lui avversi dichiarando che la loro filosofia non era altro che una notte nera in cui tutte le vacche sono nere.

Inserendo Machiavelli nelle sue considerazioni, arrivò ad affermare, con quel pathos della ragione virginiana che spesso sottrae al cuore la sua fiamma, che la potente forza della storia poteva calpestare nel suo procedere molti fiori innocenti e causare grandi distruzioni, alludendo a quei grandi uomini che incarnavano processi di cambiamento. Molti che verranno dopo di lui, come Lenin e Hitler, approfitteranno largamente di queste giustificazioni.

Dal seme gettato dal gigante di Stoccarda nasceranno hegeliani di sinistra come Marx, ma anche anti-hegeliani come il grande Kierkegaard, il filosofo danese padre dell’esistenzialismo.

 

ARIETE: un inizio in tono minore con la Luna storta che ribalta i vostri bei sogni notturni in affanni quotidiani. Qualche preoccupazione contrattuale e burocratica potrà togliervi il sorriso, almeno fino a mercoledì quando con un nuovo giro di Luna sarete nuovamente in pista, con la penna in mano, pronti a scovare angoli luminosi tra le pagine impolverate dell’autunno che avanza. L’amore che tanta gioia vi ha portato nel recente passato, scivolerà in secondo piano con la perdita di Venere che vi lascia in balìa di una routine sentimentale che non soddisfa i vostri ardori. Approfittate del buon Saturno per tenere a bada le emozioni, per razionalizzare i problemi e riuscire a ritrovare quell’armonia psico-fisica che state un po’ perdendo per strada. Weekend di alti e bassi tra entusiasmi e depressioni, soprattutto domenica. Genere della settimana: saggio filosofico.

 

TORO: un bell’inizio tra parole rodate e consensi a tutti pagina. Da martedì, però, rischiate di perdere un po’ di buon umore a causa della Luna ostica che vi bacchetta come una maestrina cattiva e insolente. Possibile qualche preoccupazione o conflitto familiare che, però, verrà brillantemente superato già da giovedì con un connubio di pianeti che vi incoronano tra i vip del momento. Venere entra in aspetto positivo e questo significa che i sentimenti tornano a respirare ed ispirare i vostri guizzi letterari. L’amore finalmente, come un’alba attesa, come un arcobaleno dopo la tempesta, come un sogno da cui non riuscite a svegliarvi. Riscoprirete la voglia di divertirvi, creare, stupire come tori scatenati che vedono il rosso più bello che c’è. Weekend buono con un apice di poesia sabato. Genere della settimana: romanzo d’amore.

 

GEMELLI: buona la prima spinti da un vento solare che già da lunedì vi rende vivi, creativi, propositivi. La vostra penna racconta di progetti nuovi, di sfide professionali dall’esito incerto, ma che mettono in moto la vostra voglia di cambiare sempre e di dimostrare che non siete solo due, bensì tre, quattro, mille volti tutti da scoprire. Peccato che da giovedì un gruppo di pianeti insolenti, compresa Venere che abbandona il vostro cuore, si metteranno per traverso. Possibile che qualcuno vi ostacoli, che siate costretti a scendere a patti con chi non vorreste pur di andare avanti sulla strada che avete deciso di intraprendere. Non fatevi prendere dallo sconforto, Saturno e Marte vi chiamano alla guerra e anche se siete di pace dovrete essere pronti a far valere i vostri puntini sulle i, i tagli sulle t e i punti a capo, se necessario. Weekend tra saliscendi umorali con effetti speciali domenica. Genere della settimana: romanzo di guerra.

 

CANCRO: un inizio settimana più sognato che vissuto in cui vi troverete persi tra emozioni e intuizioni, tra maiuscole e corsivi, tra prosa e poesia. Peccato per il difficile aspetto di Sole e Mercurio che continua a rendervi ansiosi e un po’ incerti, perché da giovedì vi troverete con mezzo cielo a favore! Venere torna in buon aspetto, pronta a rendere la vostra penna seducente e il vostro cuore disponibile. Le crisi affettive potranno essere superate con un balzo d’autore e chi è in cerca di nuove avventure potrà davvero cedere ai richiami delle sirene. Se saprete tenere a bada l’emotività, sarete in grado di emergere come fari tra le nebbie dei pensieri altrui. Le vostre parole, il vostro modo di fare piacciono molto in questo momento, approfittatene per tirare, con classe, le fila dei progetti che vi stanno a cuore. Splendido weekend. Genere della settimana: fiaba.

 

LEONE: partenza di classe con una penna stilografica dal tratto elegante e raffinato. Luna e Venere nel segno vi regaleranno tre giorni da veri leoni: tra martedì e giovedì potrete davvero sparare le vostre cartucce d’inchiostro migliore per inchiodare quel successo, quell’obiettivo, quella realizzazione che ancora manca per coronare la vostra quasi semi-perfezione. Datevi da fare, però, perché poi cambia musica! Venere vi lascerà sul far della sera e a questo punto, anche se potrete vivere sugli allori del recente passato, il vostro momento sarà finito. L’autunno sarà per voi sicura fonte di guadagno e riposo, ma vi vedrà meno audaci e più impegnati a consolidare, grazie a Saturno, quel che avete conquistato. Weekend di spese con una domenica felice e mondana. Genere della settimana: mitologia.

 

VERGINE – SEGNO BESTSELLER: è l’autunno della vostra gioia, dei sogni che sfidano e vincono sulle più anguste realtà, delle pagine scritte a largo respiro con trame avvincenti che superano le vostre ossessioni grammaticali e convincono i lettori più  critici. Bello il lunedì con una Luna che promette dinamicità e verve tra amici e collaboratori. E poi si sale, e si sale ancora con un quartetto di pianeti che da giovedì andranno ad assestarsi tutti nel vostro segno: Luna, Venere, Marte e Giove. Che volere di più? Perfino l’amore ritorna, o dal passato o dal futuro. La passione, questa sconosciuta, diventerà la vostra migliore amica e andrà ad incidere non solo un marchio di fuoco nel vostro cuore, ma scalderà anche il vostro lavoro che saprete svolgere con un entusiasmo e un coraggio che vi eravate scordati di avere. Puntate in alto e anche l’avverso Saturno non potrà che inchinarsi davanti a voi. Weekend eccellente. Genere della settimana: poema cavalleresco.

 

BILANCIA: solo il lunedì sarà davvero un po’ storto con una Luna bizzarra che vi mischia le carte in tavola e vi costringe a rivedere i programmi. Poi si riparte di slancio con tre giornate ottime tra martedì e giovedì che vi vedranno protagonisti di corte, cantori di sonetti, autori di rime perfette che rendono invitante e di facile lettura anche il più ostico dei documenti di ufficio. Sì, in questo momento sapete trasformare la fatica in piacere, le difficoltà in opportunità, le salite in discese. Si arresterà un po’ il cuore con la perdita di Venere che da giovedì vi renderà più dubbiosi e incerti sugli amori datati e assai poco propensi a nuovi incontri. Tutto sommato, però, dopo un’estate sulla cresta della passione, un po’ di sana riflessione vi gioverà. La vostra mente, sempre razionale, ha bisogno di rielaborare le ultime profonde emozioni per capire dove vuole andare veramente. Weekend da prima pagina, con una splendida Luna nel segno domenica.  Genere della settimana: piéce teatrale.

 

SCORPIONE: funziona il lunedì con un grido di Luna che esalta i vostri entusiasmi e vi rende davvero in sintonia con l’ambiente che vi circonda. Momento complesso con qualche caduta di stile tra martedì e mercoledì quando il doppio accerchiamento di Luna e Venere vi imprigionerà nel libro sbagliato. Mantenete la calma, armeggiate da provetti spadaccini della penna quali siete con vocali e consonanti, punti e virgole, e vedrete che finalmente da giovedì sarà tutto un risalire dal fondo della prosa alla poesia di una vetta. Finalmente sarete liberi e potrete contare su ben quattro pianeti amici che scriveranno per voi un prologo d’eccezione! Perfino l’amore, con cui litigate da più di una stagione, comincerà a rispuntare da bordo pagina. Ora davvero non avete più scuse: se farete errori sarà solo colpa vostra. Weekend decisamente buono da condividere con gli amici. Genere della settimana: romantic suspense.

 

SAGITTARIO: una partenza davvero sorprendente da far mangiare polvere agli avversari! Con Luna e Venere propizie la vostra penna sarà appassionata, potente, incisiva, magica, perfino un po’ esotica. Voglia di estero che ritorna, fraseggi in lingue sconosciute, orizzonti che si allargano a tutta pagina! Non fatevi inchiodare dalle abitudini, ma seguite il vostro istinto esploratore che vi guiderà verso contatti e opportunità utili che vengono da lontano. Calo deciso da giovedì con quattro pianeti che si porranno in posizione contraria, compresa la dolce Venere, che instillerà dubbi nel vostro cuore e controindicazioni alle vostre buone ragioni. Possibile che impegni e lavoro vi tolgano tempo per gli affetti e pagherete dazio con qualche malinconia stagionale. Weekend sotto le righe con un recupero, inaspettato, domenica. Genere della settimana: narrativa straniera.

 

CAPRICORNO: un inizio un po’ sordo, quasi un film muto, parole lente che vi scivolano via prima ancora di averle pronunciate. Bacchettati da Sole, Mercurio e Luna dovrete far fronte, almeno fino a giovedì, ad una serie di impicci familiari e professionali. Poi, però, come d’incanto, come un capitolo nuovo dal titolo sorprendente, il vostro romanzo personale recupererà storia, paesaggi, dialoghi e vi ritroverete nell’olimpo dello zodiaco! Ben quattro pianeti a favore vi solleveranno a inizio pagina, dove tutto è possibile, dove la scrittura si apre come un mistero pieno di emozioni da raccontare. Venere torna positiva togliendo tutte le virgole inutili dalla prosa del cuore che si fa lieta e audace. E nel lavoro rischiate di essere felicemente inviati ad esplorare nuovi progetti, dimensioni, opportunità. Ottimo weekend con un calo domenica. Genere della settimana: reportage.

 

ACQUARIO: l’inizio è aggrovigliato come una scrittura lenta, indecisa, con poco respiro, quasi a ritornare su se stessa. Luna e Venere in opposizione vi chiedono riflessione, revisione, distacco per affrontare al meglio tutte le questioni in sospeso, soprattutto se di tipo contrattuale. Fino a giovedì avrete voglia di battere i pugni sul tavolo, poi, però, improvvisamente la pesantezza se ne andrà e la pagina ritornerà distesa e luminosa, come un lenzuolo bianco al sole! Venere libera il vostro cuore dai chiodi e finalmente l’amore con il suo passo cauto, ma pieno di promesse, ricomincerà a tornare nelle vostre priorità. Certe crisi recenti potranno essere superate, i nodi del passato verranno sciolti, i nuovi orizzonti vi doneranno entusiasmi che pensavate di aver perduto. Weekend più che discreto con un apice di piacere e di belle intese domenica. Genere della settimana: psicologia e affini.

 

PESCI: una buona partenza grazie al dolce graffio di Luna che alimenta la vostra scrittura emozionale, intuitiva, ricca di suggestioni. Lentamente, però, si scivola a fondo pagina e da giovedì con ben quattro pianeti opposti e un Saturno che vi attacca di lato dovrete ricorrere a strenui esercizi di meditazione zen per non perdere il buon umore e la pazienza. È possibile che qualche problema che pensavate archiviato una volta per sempre torni a far capolino. Armatevi di gomma per cancellare rapidamente le parole sbagliate che vi usciranno da getti intermittenti di inchiostro: il rischio più concreto sarà quello di ferire chi amate per nervosismo, intemperanza, o semplicemente per il bisogno che sentirete di sfogarvi. Sarà necessario fermare il vostro tram di pensieri, sospendervi come puntini, bypassare il finale: le decisioni possono e devono attendere. Weekend urticante. Genere della settimana: romanzo horror.

 

 

1
Elena Cartotto

Curiosa e ironica mi piace andare fuori dai sentieri battuti, nei libri come nella vita. Se dovessi scegliere un titolo per raccontare la mia storia sarebbe sicuramente “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani. Il mio eroe letterario è Sherlock Holmes, l’autore con cui andrei a cena Oscar Wilde e i miei miti storici Gesù di Nazareth e Socrate. Sono un’idealista che ancora si scalda su alcuni temi sociali come dignità umana, libertà, lavoro e giustizia. Le mie passioni sono l’astrologia, la psicologia, il paranormale, la spiritualità e la musica che ci salva da noi stessi, ogni giorno. Per dirla con Vecchioni: “Ho combattuto il cuore dei mulini a vento, insieme ad un vecchio pazzo che si crede me….”.

Ti potrebbero interessare...

Login